Prima vittoria in carriera per William Byron nella NASCAR Cup Series. Il #24 di casa Hendrick Motorsport ha siglato la Daytona 400, la competizione estiva che annualmente si tiene all’interno del ‘World Center of Racing’. Lo spettacolo non è mancato nella finale della ‘regular season’, prova che ha determinato i 16 protagonisti che si contenderanno il titolo 2020.

Hendrick Motorsport ha iniziato con il piede giusto la 400 Miglia di Daytona prima di cedere il passo a Joey Logano. Il #22 di casa Penske, campione 2018 della serie, ha dettato il passo con la propria squadra e si è imposto nella prima e nella seconda Stage. La situazione è cambiata a nove giri dalla conclusione quando, all’uscita di curva 3-4, Kyle Busch (Gibbs) e Tyler Reddick (Richard Childress Racing) hanno innescato il primo big one della giornata.

La corsa è entrata nel vivo nelle ultime due tornate con Logano che ha cercato, a due giri dalla conclusione, un disperato attacco all’esterno di curva 1-2 di William Byron. Il pilota Penske ha perso l’auto ed è finito a muro, un errore che ha causato un nuovo crash che ha coinvolto anche il sette volte campione della Cup Series Jimmie Johnson. Il #48 di Hendrick Motorsport non è riuscito ad accedere ai Playoffs in quella che dovrebbe essere l’ultima annata full-time nella seguitissima serie americana. La Daytona 400 si è protratta all’overtime dove Byron non ha avuto problemi a conquistare la corsa.

Per quanto riguarda i Playoffs, Matt Di Benedetto (Woods Brothers) e Clint Bowyer (Haas), oltre al già citato Byron, accedono ai Playoffs che inizieranno da settimana prossima dal circuito di Darlington.

Leggi anche: IMSA | LE LMP3 ENTRANO IN GIOCO AL POSTO DELLE GTLM?

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.