Seconda bomba di mercato in poche ore dopo l’annuncio di Bagnaia in Ducati Pramac nel 2019. Termina la ventennale collaborazione tra il team francese Tech 3 e Yamaha a fine 2018. Che sia il preludio di uno Sky Racing Team VR46 Yamaha in MotoGP nel 2019? Nelle prossime settimane conosceremo i dettagli di questo lungo addio.

Dopo sole 24 ore dall’annuncio di Pecco Bagnaia in Pramac Ducati per il biennio 2019-2020, arriva una notizia che squarcia come un fulmine a ciel sereno il panorama dei team della MotoGP: Hervè Poncharal comunica che le strade del suo team Tech 3 e di Yamaha si separeranno a fine stagione.

Con un comunicato apparso sia sul sito di Yamaha Racing che su quello del team transalpino si annuncia la fine della ventennale partnership a fine della stagione 2018. Una vera e propria bomba che aprirà un effetto domino nei team della MotoGP con KTM pronta a mettere sul piatto di Hervè Poncharal una offerta davvero irrinunciabile.

Yamaha continuerà a supportare Tech 3 come ha sempre fatto negli anni precedenti fino all’ultima gara della stagione a Valencia, quando poi le strade si divideranno. Un po’ annunciata questa separazione da alcune dichiarazioni dello stesso Hervè su un ipotetico approdo della struttura di Valentino Rossi in MotoGP: “Yamaha supporterà Valentino Rossi piuttosto che noi perché lui è uomo immagine Yamaha” aveva dichiarato il manager in tempi non sospetti.

E chissà che questo comunicato congiunto non sia proprio il preludio di un approdo dello Sky Racing Team VR46 in MotoGP con una o due moto Yamaha, anche se la casa giapponese non ha ancora deciso come affrontare in futuro il campionato:correre solo con la squadra interna o affiancare ancora un team satellite. Staremo a vedere i risvolti di questa clamorosa notizia anche in ottica mercato.

Per quanto riguarda Poncharal, tutto fa pensare ad una mega offerta ricevuta da KTM per diventare struttura satellite del team ufficiale austriaco con la possibilità di ulteriori step di sviluppo della RC16 in mano ora ad Espargarò e Smith, ex piloti proprio di Tech 3. Il team, si legge nella nota, continuerà sia in MotoGP che in Moto2 con la solita professionalità che lo ha distinto negli anni portandolo ad essere il miglior team privato nel corso degli anni.

Ecco le parole del presidente di Yamaha Motor Racing Kouichi Tsuji e del team manager di Tech 3 Hervè Poncharal a margine del comunicato congiunto.

Kouichi Tsuji, Presidente YMR: Recentemente siamo stati informati da Hervè Poncharal, proprietario di Tech 3, della sua volontà di non rinnovare il suo contratto con Yamaha per la gestione delle M1. Dopo averne parlato con lui, è stata subito chiara la sua decisione di firmare con un nuovo partner e purtroppo siamo stati obbligati a rispettare ed accettare la sua decisione. La fine di una partnership è sempre molto triste e ciò marca anche la fine di una relazione così duratura. Siamo davvero grati ad Hervè per la sua lealtà e supporto a Yamaha e per gli eccellenti risultati ottenuti durante questi anni. Continueremo a supportare pienamente il team Tech 3 durante il 2018, ma nel contempo valuteremo le opzioni per una squadra alternativa per il 2019 ed oltre

Hervè Poncharal, Proprietario Tech 3: Riassumere 20 anni di collaborazione tra Tech 3 e Yamaha in poche parole è veramente difficile. Da quando ho incontrato per la prima volta Mr Iio nel 1998, anno nel quale mi ha dato l’opportunità di entrare in Yamaha Motor Corporation, è stato un incredibile viaggio insieme. Grandi risultati, grandi ricordi, atmosfera fantastica con la famiglia Yamaha, tutto ciò rimarrà per sempre nella mia testa e nel mio cuore. Chiaro, chiudere una partnership di questo tipo è una grande decisione per me. Quello che voglio dire è più di un grazie a Yamaha, a Mr Tsuji, Mr Tsuya, Mr Jarvis e Mr Nakajima più tutte le persone che ci hanno aiutato e supportato. Tech 3 è una piccola società che deve guardare al futuro e pesare le differenti opzioni. Ci è stato offerto un accordo che include ciò che aspettavamo da quando abbiamo iniziato con Tech 3 e non ho potuto dire di no. Siamo e saremo il Monster Yamaha Tech 3 team fino all’ultimo giro del GP di Valencia. Johann Zarco e Hafizh Syahrin lotteranno per le posizioni che contano e Yamaha può contare sulla nostra lealtà di team. L’ultimo grazie è per il supporto di Yamaha. Spero che possano continuare, avere il successo che meritano ed anche trovare un nuovo partner che sostituisca degnamente Tech 3

Storia del Tech3 Team:

1989

Hervé Poncharal inizia il progetto Tech 3 debuttando in 250cc

1999

Tech3 e Yamaha iniziano la partnership in 250cc
Olivier Jacque – 4th  
Shinya Nakano – 7th  

2000 (250cc)
Olivier Jacque – 1st
Shinya Nakano – 2nd

2001 (500cc)
Shinya Nakano – 5th
Olivier Jacque – 15th

2002 (MotoGP)
Olivier Jacque – 10th
Shinya Nakano – 11th

2003 (MotoGP)
Alex Barros – 9th
Olivier Jacque – 12th

2004 (MotoGP)
Marco Melandri – 12th
Norifumi Abe – 13th

2005 (MotoGP)
Toni Elías – 12th
Rubén Xaus – 16th
David Checa – 26th

2006 (MotoGP)
Carlos Checa – 15th
James Ellison – 18th

2007 (MotoGP)
Sylvain Guintoli – 16th – Rookie of the Year
Makoto Tamada – 18th

2008 (MotoGP)
Colin Edwards – 7th
James Toseland – 11th

2009 (MotoGP)
Colin Edwards – 5th
James Toseland – 14th

2010 (MotoGP)
Ben Spies – 6th – Rookie of the Year
Colin Edwards – 11th

2011 (MotoGP)
Colin Edwards – 9th
Cal Crutchlow – 12th – Rookie of the Year
Josh Hayes – 19th

2012 (MotoGP)
Andrea Dovizioso – 4th
Cal Crutchlow – 7th

2013 (MotoGP)
Cal Crutchlow – 5th
Bradley Smith – 10th

2014 (MotoGP)
Pol Espargaró – 6th – Rookie of the Year
Bradley Smith – 8th

2015 (MotoGP)
Bradley Smith – 6th
Pol Espargaró – 9th

2016 (MotoGP)
Pol Espargaró – 8th
Bradley Smith – 17th
Alex Lowes – 24th

2017 (MotoGP)
Johann Zarco – 7th – Rookie of the Year
Jonas Folger – 10th

Marco Pezzoni – @marcopezz2387

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.