MotoGP Quartararo Sepang

Si è chiusa la tre giorni di test MotoGP a Sepang: così come i primi due giorni a comandare la classifica dei tempi è Fabio Quartararo. Seconda posizione per Cal Crutchlow, che sembra aver trovato subito un buon feeling con il prototipo 2020 dopo aver faticato la scorsa stagione. Chiude l’ipotetica prima fila Alex Rins con la Suzuki. Una classifica molto corta che vede tutti e sei i costruttori coinvolti nel motomondiale chiusi in tre decimi.




QUARTARARO GIÀ IN FORMA MONDIALE

Fabio Quartararo in questi tre giorni di test è stato al comando per tutte le sessioni. Il francese, dopo aver girato con la moto 2019 nella prima giornata, ieri ed oggi è salito sul prototipo 2020 riuscendo subito ad essere molto veloce. Chiude i test con un impressionante 1’58”349 a pochissimi millesimi dalla sua pole di tre mesi fa. Anche nella simulazione di gara “El Diablo” è sembrato il più veloce e costante. Con un Marc Marquez non al 100% il lavoro in casa HRC è affidato a Cal Crutchlow, che “ringrazia” la Honda chiudendo col secondo tempo. La Suzuki con Alex Rins incassa un decimo da Fabio Quartararo chiudendo la ipotetica prima fila.

Si vede finalmente nelle posizioni che contano anche Francesco Bagnaia. “Pecco” ha chiuso al quarto posto questa ultima giornata di test girando in 1’58”502. Ben 1”6 meglio di quanto fatto nel Q2 del gran premio a novembre. Dimostrazione che questa GP20 sembra nata col piede giusto e che per il campione del mondo Moto2 2018 questa possa essere la stagione della consacrazione.

ROSSI VELOCE E CON BUONE SENSAZIONI

È un Valentino Rossi positivo quello che chiude i test di Sepang con la quinta posizione. I miglioramenti della Yamaha sono evidenti e questo è importante per “il Dottore” che dovrà scegliere nel corso della stagione se continuare anche per la prossima stagione o meno. Sesta posizione per Danilo Petrucci, che incassa due decimi da Fabio Quartararo ed anche lui come Pecco sembra aver trovato facilmente la quadra della GP20. Settima posizione per Pol Espargaro con la KTM, che fino a ieri ha avuto in pista anche Dani Pedrosa. Pol ha continuato a lavorare sul prototipo 2020 riuscendo a chiudere a soli 261 millesimi di ritardo da Fabio Quartararo.

Ottava posizione per Jack Miller, che dopo il secondo posto di ieri non migliora sostanzialmente il suo tempo. L’australiano lima solo qualche millesimo al tempo di ieri: poco considerando che nelle intenzioni di “Jackass” c’era l’assalto al 1’57”. In nona posizione Aleix Espargaro con l’Aprilia RS-GP 2020, che abbiamo già detto esser nata molto meglio della precedente generazione. Aleix ha infatti limato otto decimi dal tempo delle qualifiche dell’ultimo GP a Sepang. Chiude la top-10 Joan Mir con la seconda Suzuki in pista a soli tre decimi da Fabio Quartararo.

MARQUEZ ACCIACCATO, DOVIZIOSO SENZA TIME ATTACK

È un Marc Marquez ancora convalescente quello presente a questi test. La massa muscolare alla spalla destra è ancora lontana dall’essere pronta e quindi lo spagnolo ha deciso di sfruttare questi tre giorni più per testare le sue condizioni che per provare cose nuove sulla Honda. Nonostante questo chiude il terzo giorno con 47 passaggi a soli quattro decimi da Quartararo in dodicesima posizione. Quattordicesimo Andrea Dovizioso, che ha lavorato a lungo sul setup della moto per adattare la sua guida alle nuove gomme. Il pilota di Forlimpopoli ha trovato nuove soluzioni, il passo gara è migliorato, ma con le nuove Michelin il degrado della gomma è ancora troppo elevato. Lontano dalle posizioni che contano Maverick Vinales, solo diciottesimo a otto decimi da Quartararo. In pista anche Jorge Lorenzo per questo ultimo giorno di test, che in 46 giri arriva a girare ad 1”3 dalla vetta con il tempo di 1’59”697. Per fare un confronto con la Honda il maiorchino ad inizio novembre aveva girato in 2’00”478 nel corso delle Q2.

I piloti della MotoGP torneranno in pista dal 22 al 24 febbraio in Qatar, negli ultimi tre giorni di test prima dell’inizio del mondiale.

MotoGP | Test Sepang, day-2: Quartararo inarrestabile, bene anche Suzuki e KTM

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.