Il prossimo appuntamento della MotoGP sarà il Gran Premio d’Argentina, in programma sul tracciato di Termas de Rio Hondo, luogo di casi controversi e scontri sin dal suo debutto nel 2015. L’edizione 2019 sarà più tranquilla o succederà qualcosa di controverso anche quest’anno?

Il Gran Premio d’Argentina storicamente non è mai stato un evento “tranquillo” tra i vari eventi del Motomondiale ed i casi avvenuti tra Buenos Aires e Termas de Rio Hondo lo dimostrano.

In vista dell’imminente Gran Premio, andiamo a ripercorrere i vari scontri e casi controversi avvenuti in Argentina.

2015 – L’Argentina rientra ufficialmente nel calendario e Termas del Rio Hondo è l’impianto scelto per riportare i prototipi del Motomondiale in Sud America. La gara della MotoGP si svolge su un binario favorevole a Marc Marquez fin dalla partenza, ma dalla seconda metà di gara lo spagnolo accusa problemi di gomme e Valentino Rossi si avvicina girando costantemente più veloce di lui. Al terz’ultimo giro Rossi è nella scia di Marquez e pronto a sferrargli l’attacco decisivo. Al penultimo giro il primo scontro tra i due. Rossi passa Marquez e i due si toccano una prima volta, lo spagnolo prova ad incrociare in uscita di curva e le due moto si incrociano. Risultato? Marquez a terra e vittoria non senza polemiche per Rossi.

2016 – Lo scontro fratricida in casa Ducati. Siamo al secondo GP d’Argentina classe MotoGP. Dopo il cambio gomme Marquez scappa via e Rossi non riesce a tenere il suo passo venendo passato dalle Ducati di Iannone e Dovizioso. Le Ducati volano e Rossi perde terreno mentre Iannone e Dovizioso se le danno. All’ultimo giro il patatrac in casa Ducati: Maniac entra all’interno del Dovi, ma scivola e lo centra, portandolo nella via di fuga all’esterno. Dovizioso riesce poi a portare a spinta la sua moto al traguardo mentre per Iannone è ritiro con Rossi che ringrazia e sale al secondo posto.

2018 – Marquez fa il matto. GP d’Argentina dello scorso anno. Dopo il caos generato dalla partenza con Miller da solo in testa e gli altri retrocessi di più file e quanto ha combinato Marquez percorrendo lo schieramento contromano causa moto spenta e poi riaccesa a spinta dallo stesso pilota spagnolo riallineandosi successivamente sulla sua casella. A causa di questo Marquez viene penalizzato con un ride through e da lì inizia la sua furiosa rimonta dal fondo del gruppo giocando un po’ all’autoscontro con quelli che gli capitavano davanti, tra i quali il malcapitato Aleix Espargarò, fino ad arrivare a Valentino Rossi. Carenata di Marquez a Valentino che finisce a terra.

Questi sono i tre casi discussi e discutibili vissuti dalla MotoGP nel corso della sua storia sul tracciato argentino, ma come dimenticarsi del caso controverso di Argentina 98 classe 250?

1998 – Scontro Capirossi-Harada, gioia Rossi. La madre di tutte le carenate controverse in Argentina. Rossi, Capirossi ed Harada si giocano la vittoria del GP d’Argentina con Harada e Capirossi osservati speciali essendo i duellanti per il mondiale. I tre “giocano” per tutta la gara passandosi e ripassandosi ogni volta fino alle battute finali della gara, quando Capirossi centra Harada e i due volano via. Rossi vince la gara, Capirossi il Mondiale, mentre Harada rimane con un pugno di mosche in mano…

Insomma, questi sono i casi più controversi accaduti in Argentina nel corso degli anni. Cosa succederà questa domenica a Termas de Rio Hondo?

Marco Pezzoni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.