MotoGP San Marino GP Honda Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo, durante la conferenza stampa post qualifiche MotoGP del Gran Premio di San Marino

Jorge Lorenzo, pilota ufficiale Honda HRC MotoGP, ci ha raccontato la sua disavventura durante le prove libere del sabato del GP di San Marino, complice un problema ai freni. In più ha voluto ribadire la sua permanenza in Honda nel 2020, parlando della nuova moto e sperando in un motore leggermente più trattabile.


Come ti sei trovato con la moto con il telaio in carbonio durante i test?

“All’inizio mi sembrava ancor più rigida di quella odierna, che per me non è necessariamente un bene. Poi, dopo i test di Misano Adriatico, ho iniziato a trovare un buon feeling con questa nuova moto. Il mio 2020 sarà con Honda come previsto, vorrei che finissero tutte queste chiacchiere sul mio futuro.”

Crutchlow ha detto che la Honda 2018 era meglio della 2019…

“Capisco il suo punto di vista. La moto odierna è più potente di quella vecchia, ma lo scotto lo paghiamo a centro curva ed in uscita. I cavalli in più si sentono chiaramente e sui rettilinei questo aiuta molto, ma poi perdiamo troppo nelle curve ed i risultati non cambiano. Certo, è la moto che preferisce Marc (Marquez, NDR), e finché lui continua a vincere con questa moto si procede in questa direzione…”

Quanto pensi che lavorando solamente sull’ergonomia si possa migliorare?

“Sai, il 2020 è tutto aperto e nulla impedisce alla Honda di fare modifiche al telaio o al motore, soprattutto per il secondo sarebbe meglio avere qualcosa di più gestibile. Speriamo di mantenere la grande potenza del motore, ma serve qualcosa di più facile e più guidabile per poter migliorare su tutto quanto il giro e non solo sulla velocità di punta.”

Jorge, durante le FP della MotoGP qui a Misano, si è visto che è successo qualcosa con la ruota anteriore della tua moto.

“Sì, appena uscito dal box per il run mi sono subito accorto che c’era qualcosa che non andava. Ho provato a fare il giro ma qualcosa davanti non funzionava, all’inizio pensavo che si trattasse dei semimanubri non allineati. Poi però ho capito che era qualcosa con i freni, i ragazzi al box hanno risolto subito il problema e io ho migliorato il mio best lap.”

LEGGI ANCHE: MOTOGP | GP SAN MARINO, ALEX RINS: “HO IL PASSO DELLE YAMAHA, BASTA NON ROVINARE LE GOMME”

Dal nostro inviato – Alex Dibisceglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.