MotoGP | RNF lancia la stagione 2022: svelata la Yamaha M1 e la MotoE
Fonte: rnfracing.com

La seconda squadra a presentare il progetto MotoGP 2022 è RNF, la nuova formazione gestita da Razlan Razali e Wilco Zeelenberg, fino al 2021 a capo del team Petronas SRT. La presentazione è stata trasmessa online su YouTube con protagonisti Andrea Dovizioso, Darryn Binder, Niccolò Canepa e Bradley Smith, quest’ultimo presente in un video-messaggio. Oltre ai piloti sono intervenuti Razali e Wilco Zeelenberg mentre Johan Stigefelt ha lasciato il ruolo di direttore della squadra per dirigersi verso VR46. Obbligatorio menzionare lo scenario nel quale sono state svelate le moto, scoperte dai quattro piloti nel magnifico Teatro Filarmonico di Verona.

RNF RACING MOTOGP | IL TEAM DI RAZALI CAMBIA IL LOOK

RNF RACING MOTOGP | IL TEAM DI RAZALI CAMBIA IL LOOK
Fonte: rnfracing.com

Andrea Dovizioso e Darryn Binder rappresenteranno RNF Racing nel mondiale MotoGP in partenza ad inizio marzo. I due guideranno le M1 in versione “satellite”, termine che equivale al nuovo status del team nei confronti di Yamaha. La coppia di piloti è una delle più particolari della griglia. Dovizioso, 35enne, ritorna a tempo pieno in MotoGP dopo aver corso le ultime cinque gare della stagione con il precedente team di Razali. Darryn Binder, invece, ha 24 anni e si è ritrovato al centro dell’attenzione per il repentino passaggio da Moto3 a MotoGP, strategia già seguita da Jack Miller tra il 2014 ed il 2015. Razali ha confidato di avere molta fiducia nel sudafricano, chiamato a far valere il proprio talento nella più grande sfida della carriera. Dovizioso, invece, svolgerà più che altro il ruolo di collaudatore: l’esperienza maturata specialmente in Ducati servirà a Yamaha per acquisire più informazioni possibili da sfruttare per crescere in ogni campo.

WithU Yamaha RNF Racing | le M1 di Dovizioso e Binder
Fonte: rnfracing.com

ANDREA DOVIZIOSO: “ULTIME 5 GARE DEL 2021 FONDAMENTALI PER PARTIRE MEGLIO”

“Essere subentrato alla fine della scorsa stagione è stato difficile ma perfetto per svolgere i test con la moto nuova. Questo ci ha dato la possibilità di restituire più sensazioni alla squadra, lavorare al massimo durante questo inverno e giungere pronti nei test in Malesia. Non è stato facile, il cambiamento è stato importante, ma volevo conoscere il team e la moto. Vent’anni di Motomondiale sono tanti però c’è altrettanta esperienza. Da un lato ciò è positivo perché ti permette di evitare gli errori e sai già su cosa lavorare. Dall’altro l’esperienza stessa ti può condizionare perché in vent’anni di corse di cose ne sono successe. Quindi bisogna essere bravi nel gestire ed equilibrare questi due aspetti.”

“Il salto di Darryn (Binder, ndr) è enorme, il primo test a Jerez è stato un po’ scioccante ma è normale. A me piace parlare con i piloti, dunque mi fa solo che piacere aiutarlo. La MotoGP di oggi è particolare perché siamo tutti molto vicini: non bisogna guardare troppo la posizioni ed al contempo è necessario progredire passo dopo passo.”

DARRYN BINDER: “LOTTARE CON GLI ESORDIENTI È L’OBIETTIVO”

“Arrivare dalla Moto3 alla MotoGP rappresenta una grande salto. Non potrò mai ringraziare abbastanza chi mi ha permesso di esordire nella classe regina. Non vedo l’ora di iniziare questa sfida, ci sono cinque debuttanti pronti a correre in MotoGP e voglio inserirmi tra loro. Condividere il box con Andrea (Dovizioso, ndr) è fantastico. Ha molta esperienza e spero di poter apprendere più cose possibili lavorando con lui.”

“Il primo pensiero che ebbi appena salii sulla M1 nei test di Jerez fu quello di un sogno divenuto realtà. Tutto fu fantastico, mi godetti ogni momento di quei giorni. Arrivando dalla Moto3 dovrò sistemare dei dettagli inerenti al mio stile di guida come frenata e accelerazione. I freni sono più potenti quindi dovrò gestirli con attenzione ed i cavalli sono molti. In Moto3 apri tranquillamente il gas mentre con una MotoGP bisogna stare molto più attenti al pattinamento della gomma posteriore. L’obiettivo di questa stagione è quello di crescere passo dopo passo. Dovrò evitare situazioni potenzialmente pericolose capaci di compromettere il mio progresso di crescita e, come detto prima, lottare con gli altri cinque esordienti.”

GRT RNF MOTOE TEAM | FILIPPO CONTI PRESENTA LA SQUADRA: CANEPA E SMITH I PILOTI

GRT RNF MOTOE TEAM | FILIPPO CONTI PRESENTA LA SQUADRA: CANEPA E SMITH I PILOTI
Fonte: rnfracing.com

Come accennato nel primo paragrafo, nel Teatro Filarmonico di Verona la squadra GRT RNF MotoE ha presentato la nuova moto. Insieme al Team Manager Filippo Conti si è visto Niccolò Canepa, pronto a tornare nella Coppa del Mondo elettrica dopo l’assenza del 2021 dovuta all’impegno con Yamaha Yart nel FIM EWC. Salvo stravolgimenti, il genovese correrà sia nell’endurance sia in MotoE, queste le sue parole:

“Sono super emozionato di tornare in MotoE e di correre con GRT RNF. Questo è un campionato che sta crescendo, sono orgoglioso di farne parte. La livrea della moto è speciale, non vedo l’ora di guidarla!”

Canepa sarà affiancato da Bradley Smith, già annunciato come collaudatore Kawasaki Black Flag Motorsport nel CIV SBK. L’inglese ha già corso in MotoE nel 2019 in forze al team One Energy Racing (Petronas SRT), squadra con cui ha chiuso il campionato al secondo posto. Smith non è riuscito a recarsi in Italia ma è riuscito ad essere protagonista della presentazione attraverso un video-messaggio:

“Sono emozionato di tornare in MotoE e nel paddock della MotoGP dopo un anno di pausa non prevista. È altrettanto bello ritornare con lo stesso team, sebbene in una struttura diversa. Ho guardato il campionato negli ultimi due anni ed è rimasto competitivo rispetto al 2019. Sono curioso del nuovo format: il fatto che la qualifica sia più tradizionale e che ci siano 14 gare ci fornisce un campionato più lungo contraddistinto da maggiori opportunità. Ci sono molti tracciati in cui non vedo l’ora di correre, tra questi il Mugello e la Finlandia.”

Matteo Pittaccio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.