MotoGP Marquez
Marc Marquez durante il recupero

“I progressi fatti sono considerati favorevoli”. Si esprime così il comunicato di HRC Honda sulle condizioni di salute di Marc Marquez. Il pilota di Cervera, che da ottobre aveva iniziato a soffrire di diplopia, adesso può tornare ad allenarsi in vista della stagione MotoGP 2022. Una notizia che avrà suscitato grande entusiasmo nello spagnolo e il suo team Repsol Honda, giunta proprio a ridosso delle feste di Natale.  

Marc Marquez a Misano- Credits: Repsol Honda Web Site

Marc Marquez si era, infatti, sottoposto in settimana a una visita di controllo periodica col Dottor Sanchez Dalmau, dopo che aveva iniziato a vedere doppio come conseguenza di un incidente in allenamento. In seguito agli accertamenti del caso, dopo due mesi, è stato possibile confermare che il pilota si sta ristabilendo da questa patologia che conosce molto bene. In ogni caso, Marc Marquez dovrà continuare un trattamento conservativo e visite periodiche, ma “la situazione non impedisce al pilota di continuare il suo allenamento fisico per prepararsi fisicamente per la nuova stagione”. Il pilota torna ad allenarsi, ma il dubbio rimane: potrà Marc Marquez guidare una moto durante la pausa invernale? E sarà presente ai prossimi test, in Malesia e Indonesia? 

LA CADUTA IN ALLENAMENTO

Andiamo per gradi. Su un circuito poco favorevole a causa della lesione al braccio destro e dopo un week-end problematico, Marc Marquez aveva conquistato la vittoria nel GP dell’Emilia-Romagna. Terza vittoria, in un campionato molto complicato a livello fisico per il pilota spagnolo. Proprio quando le cose sembravano tornare alla “normalità”, il comunicato di HRC Honda, a ridosso della gara nel circuito di Portimao, spiazzò tutti. Il pilota non sarebbe stato presente a causa di una lieve concussione alla testa subita durante un allenamento in Motocross. Un comunicato che però alimentò tante domande e dubbi. Si è dovuto poi attendere la settimana successiva per avere una risposta, quella che però nessuno aveva o non voleva immaginare: diplopia. 

DIECI ANNI DOPO, LA DIPLOPIA SI RIPRESENTA

Una patologia della vista non familiare ai più, ma che gli appassionati di MotoGP conoscono molto bene. Infatti, Marc Marquez nel 2011, esattamente dieci anni fa, aveva riportato episodi di vista doppia, che gli avevano impedito di partecipare alle ultime gare del campionato Moto2 e vincere il titolo. In seguito, un inverno molto lungo si è prospettato per il giovane di Cervera. Marc Marquez infatti, in numerose interviste, tra cui quella nel 2012 per il programma EL CONVIDAT, ha riferito come questa lesione, che non era per nulla dolorosa, è stata tra le più difficili della sua carriera. Molto poco si può fare per risolvere il problema, se non qualche esercizio. Aveva raccontato, come ogni mattina, si alzasse con la speranza di vedere bene, ma che poi guardando la luce di accensione del televisore in camera sua, si accorgeva che le cose non erano così.  

In quell’occasione il pilota era stato anche operato, ma stavolta non sembrerebbe necessario. Marc Marquez, guarito dalla lesione alla vista, vinse la prima gara del campionato Moto2 e il titolo di campione del mondo 2012 a fine stagione. Con la diplopia si può condurre, in ogni caso, una vita normale, ma non per essere pilota di moto. Ma come si può immaginare una MotoGP senza Marc Marquez? Neanche il pilota spagnolo potrebbe accettare questo scenario. Tanto che la sua forza mentale, anche questa volta, sembrerebbe aver superato i sui limiti fisici.

Rebecca Marta Sicali

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.