Fonte: twitter.com

Marc Marquez è in buona forma e torna subito in moto con l’obiettivo di essere al via della stagione MotoGP. Scongiurato il peggio e l’operazione chirurgica che probabilmente gli sarebbe costata l’inizio della stagione. I medici hanno constatato il miglioramento delle condizioni di Marc, permettendogli di tornare subito in sella. L’otto-volte campione del mondo ha scelto la moto da cross per verificare il suo stato fisico, ottenendo ottimi riscontri.

TRE MESI LONTANO DALLE MOTO

Poco prima di Natale era arrivato il check up medico che aveva scongiurato l’operazione, in seguito al quale i medici avevano concesso a Marc di riprendere gli allenamenti aerobici. Lo spagnolo aveva così ripreso a correre ed allenarsi in bicicletta, come da lui stesso mostrato più volte sui social. Marquez tuttavia non saliva in moto dall’incidente, proprio col cross, che gli è costato il riacutizzarsi della diploplia, impedendogli di terminare un finale di stagione in cui si stava dimostrando al top, con due vittorie e un secondo posto nelle ultime quattro gare disputate. L’ultima apparizione in sella di Marc Marquez risaliva ai primi giorni di novembre, ormai quasi tre mesi fa. In quell’occasione si stava allenando, proprio con la sua CRF450R, nel weekend tra la tappa di Misano (che lo aveva visto vincere) e quella di Portimão. Sfortunatamente, cadendo si procurò un trauma cranico che riacutizzò il problema di diplopia di cui aveva già sofferto dieci anni fa.

UN RECUPERO PIÙ VELOCE DEL PREVISTO

Dieci anni fa Marc Marquez cadde rovinosamente nel corso delle libere del GP di Sepang, il 21 ottobre 2011. Nei giorni successivi gli venne diagnosticata, per la prima volta, la diplopia che lo avrebbe tenuto lontano fino a marzo 2012. In quell’occasione, Marc Marquez tornò in sella solo quindici giorni prima del via del mondiale, una sosta lunga ben cinque mesi. L’occasione furono i test di Jerez, ma già alla prima gara ad aprile vinse, mettendo il primo sigillo della stagione che lo avrebbe portato al suo secondo titolo. Questa volta la sosta forzata si è limitata a meno di tre mesi, anche grazie al fatto che Marc non si è dovuto sottoporre ad un nuovo intervento chirurgico.

PRIMA IL CROSS ORA LA PISTA

Marc Marquez lunedì si è sottoposto alla visita di controllo dal Dottor Sánchez Dalmau. L’oculista ha constatato il netto miglioramento delle condizioni dell’occhio di Marc permettendogli di intensificare gli allenamenti. Marquez è dunque tornato subito in moto nella giornata di ieri, prima dunque della presentazione ufficiale del team HRC 2022 che ci sarà tra poche ore. Marc e il suo staff hanno scelto il Ponts Circuit a Lleida per il ritorno in sella. La scelta di tornare subito sulla moto da cross è stata fatta perchè la disciplina è la più stressante, avendo così riscontri più attendibili.

Dopo diversi turni le sue sensazioni e sensazioni sulla moto erano più che ottimistiche. Nei prossimi giorni Marc tornerà ancora in pista, questa volta su asfalto dove con tutta probabilità guiderà la RC213V-S a Barcellona, come fece già un anno fa preparandosi al ritorno in MotoGP.

IL MISTERO DELLA CONFERENZA STAMPA

Come detto, tra poche ore si terrà la conferenza stampa di presentazione di HRC per la stagione MotoGP 2022. Il primo comunicato arrivato a noi parlava della presenza di Marc alla presentazione, ma non alla sessione di interviste successiva. Diversi colleghi hanno quindi iniziato a porre dubbi sul reale stato di salute di Marc Marquez. Ieri, comunicando l’esito degli esami ed il ritorno in sella di Marc, HRC ci ha informati che anche Marquez prenderà parte alla sessione di interviste. Ora HRC spera di recuperarlo per i test di Sepang che si svolgeranno tra un paio di settimane ed ai successivi test di Mandalika. Più realisticamente però Marquez sarà al via in Qatar senza sessioni di test, come già fece lo scorso anno. Il dubbio resterà comunque per poco tempo poiché tra qualche ora lo chiederemo direttamente a lui.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.