Il Gran Premio della Repubblica Ceca sul tracciato di Brno si conclude con la vittoria “inaspettata” di Brad Binder, seguito sul secondo gradino del podio da Franco Morbidelli, terzo il poleman Johann Zarco. Il numero 33, in sella alla KTM RC16 dell’omonimo team austriaco, ha conquistato la sua prima vittoria nella classe regina in un Gran Premio che non è stato solo la prima volta di Binder, ma molto altro.

BRAD BINDER PORTA IN ALTO IL SUD AFRICA CON KTM

La prima volta non si dimentica mai, ma per Brad Binder a rendere il Gran Premio della Repubblica Ceca ancor più intramontabile non sarà solo la sua prima vittoria in MotoGP, nonché primissimo podio nella classe regina, ma anche la serie di primati conquistati con essa. Il numero 33 con la vittoria a Brno ha portato, per la prima volta nella storia delle competizioni a due ruote, sul gradino più alto del podio la bandiera sudafricana. Tutto questo basterebbe per rendere la giornata memorabile, se non fosse che con la vittoria di Brad anche il team KTM Factory Racing conquista la sua prima vittoria in MotoGP dal suo esordio nel 2017, dopo un digiuno in classe regina di un anno e qualche mese dal primo e ultimo podio di Pol Espargaro nel 2018 a Valencia.

LA PRIMA VOLTA, COSTRUITA DA FRANKY

Il circuito ceco di Brno diventa la prima volta anche di Franco Morbidelli. Il suo primo podio in MotoGP arriva con un secondo posto conquistato con la fatica e la perseveranza. Un periodo difficile quello che sta vivendo il pilota italo-brasiliano. Difficile essere il compagno di una stella nascente come Fabio Quartararo sul quale tutti non esitano a puntare. Due anni con lo stesso team senza mai andare oltre la quinta posizione. C’era bisogno di riscatto per il Campione del mondo Moto2 2017 ed è arrivato a Brno in una gara condotta da lui stesso per buona parte e conclusa con grande soddisfazione.

ASSENZA DI OTTO ANNI, POI LA LUCE PER AVINTIA

Come se non potesse bastare, anche il terzo gradino del podio del Gran Premio ceco è stato memorabilmente segnato dalla prima volta dell’Avintia Racing. Una storia iniziata in MotoGP nel 2012, ma che non ha mai avuto grandi pagine da scrivere e tanto meno da ricordare. In otto anni non è mai arrivato il podio per la Ducati Avintia se non oggi grazie alla guida efficace e conservativa di Johann Zarco. Poleman nelle qualifiche del sabato e stella per l’intero weekend, il francese ha lottato con le unghie e con i denti durante l’intera edizione del Gran Premio sul tracciato di Brno conquistando il terzo gradino del podio e la primissima volta sul podio per il suo team.

LEGGI ANCHE: WSBK| GP SPAGNA: BAZ AL COMANDO NELLE LIBERE AD JEREZ

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.