Amici e amiche di LiveGP.it, ecco i promossi e i bocciati del primo appuntamento della nuova stagione della MotoGP, andato in scena in Qatar sul tracciato di Losail e vinto dal campione del mondo in carica Jorge Lorenzo. Lo spagnolo della Yamaha ha preceduto la Ducati di Andrea Dovizioso e la Honda di Marc Marquez. Eccoci dunque al momento tanto odiato e, al tempo stesso, amato dai piloti: le pagelle. Top e flop, promossi e bocciati, fate come volete: è tempo di emettere i giudizi sulla prima gara del 2016!

Amici e amiche di LiveGP.it, ecco i promossi e i bocciati del primo appuntamento della nuova stagione della MotoGP, andato in scena in Qatar sul tracciato di Losail e vinto dal campione del mondo in carica Jorge Lorenzo. Lo spagnolo della Yamaha ha preceduto la Ducati di Andrea Dovizioso e la Honda di Marc Marquez. Eccoci dunque al momento tanto odiato e, al tempo stesso, amato dai piloti: le pagelle. Top e flop, promossi e bocciati, fate come volete: è tempo di emettere i giudizi sulla prima gara del 2016!

Jorge Lorenzo 9,5: tatticamente cresciuto rispetto allo scorso anno, quando partiva e nessuno lo prendeva più. Il maiorchino ha imparato dai suoi errori e ha gestito la gara egregiamente fin dalla partenza, uscendo nel finale con tempi inavvicinabili per la concorrenza. Il gesto a fine gara… frecciata a Rossi o semplice sfogo?

Andrea Dovizioso 9: 365 giorni dopo lo ritroviamo ancora sul secondo gradino del podio, questa volta più combattivo e determinato, tanto che Lorenzo ha dovuto aspettare gli ultimi giri per salutare la compagnia. Il super motore della sua Ducati gli ha permesso di difendersi senza patemi da un arrembante Marc Marquez.

Marc Marquez 8: Una stagione fa chiudeva al quinto posto, dopo una furiosa rimonta per rimediare ad un errore in partenza. Quest’anno rimane incollato fin dalla partenza al gruppo di testa, ma gli manca il giusto guizzo per poter impensierire il connazionale Lorenzo.

Valentino Rossi 7,5: P5 rispetto alla P8 di un anno fa in qualifica è già un bel salto in avanti, ma gli è mancato quel pizzico di velocità per essere maggiormente in bagarre con Marquez, Dovizioso e Lorenzo. L’arrivo in volata con Marquez aumenta il rimpianto per come poteva diversamente andare la gara, così come la scelta gomme si è rivelata sbagliata nonostante alcuni giri velocissimi.

Dani Pedrosa e Maverick Vinales 6,5: i due spagnoli hanno fatto praticamente gara di coppia per tutti i 22 giri. Ci si aspettava molto di più, soprattutto da Vinales, dopo una P3 in qualifica che faceva ben sperare in ottica gara. Dani invece è l’altra faccia della medaglia in casa Honda: se Marquez corre sui problemi, il buon Dani ci va invece a braccetto…

Pol Espargarò 6,5: il premio per il miglior pilota privato arrivato a punti va al più giovane dei fratelli Espargarò, che surclassa anche il suo compagno di box Bradley Smith (promesso sposo alla Ktm l’anno prossimo). Gara onesta per Polyccio che non commette errori e termina la gare senza bagarre pericolose.

Tito Rabat 6,5: primo punto all’esordio in MotoGP per l’ex campione della Moto2. Anche per lui una gara onesta e sempre in scia al suo compagno di box Jack Miller.

Aleix Espargarò 6: il pilota Suzuki fatica tremendamente nel confronto con il giovane e rampante compagno di box Maverick Vinales. Si riscatterà in Argentina?

Andrea Iannone 5,5: tradito dalla foga nella bagarre con il compagno di box Andrea Dovizioso, il pilota di Vasto butta al vento una gara potenzialmente buona grazie ad una Ducati super sia in rettilineo che in percorrenza di curva.

Cal Crutchlow 5,5: ci si aspettava decisamente di più dall’inglese, da quest’anno unico pilota del team LCR. Ha l’attenuante che, almeno, la caduta sia stata provocata dalla centralina andata in tilt.

Marco Pezzoni

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.