Credits: twitter.com/gresiniracing

Enea Bastianini si prende la terza vittoria stagionale sullo storico tracciato “Bugatti” di Le Mans davanti alla Ducati ufficiale di Jack Miller e l’Aprilia di Aleix Espargaro. Cade a sette giri dal termine Francesco Bagnaia che ha comandato a lungo la gara. Quarta posizione per il leader del mondiale Fabio Quartararo in grossa difficoltà nel superare le moto davanti a lui. Out le due Suzuki che lasciano Le Mans a mani vuote dopo l’annuncio del disimpegno dalla MotoGP dalla prossima stagione.

IL BELLO E LA BESTIA

Sembra un pilota con almeno una decade di anni di MotoGP di esperienza Enea Bastianini, abile nell’aspettare il momento giusto per attaccare. Scatta dalla seconda fila ma all’uscita dalla variante Dunlop si trova già terzo, si incolla Jack Miller fino a quando non si accorge di poterlo superare. Passato Jack si è incollato a Pecco, i due piloti azzurri hanno staccato il compagno di marca. Il duello per la vittoria si scalda al ventesimo giro quando Enea attacca Pecco alla variante Dunlop ma Pecco risponde girando più stretto del pilota Gresini allla “Chapelle” riprendendosi la prima posizione. Enea si riprende subito la prima posizione e Pecco provando a resistere al “Raccordement” scivola gettando al vento la possibilità di tornare a -19 da Fabio Quartararo. Enea a questo punto non fa altro che gestire il vantaggio su Miller per portarsi a casa il terzo successo stagionale.

Alle spalle di Jack Miller che chiude secondo in solitaria, Fabio Quartararo prova ad impensierire l’ultimo gradino del podio di Aleix Espargaro senza però riuscire mai a portare un vero attacco. Aleix centra così il terzo podio consecutivo per l’Aprilia con Fabio che si accontenta del quarto posto che gli permette comunque di mantenere la testa della classifica iridata.

MARQUEZ SESTO IN DIFESA

Una gara complicata per Marc Marquez che pur tenendo un passo discreto nella fase centrale della gara solo qualche decimo più lento di Pecco e Enea nelle fasi iniziali e finali ha pagato il cambio di ritmo dei più veloci. Chiude sesto alle spalle di Johann Zarco di quattro secondi. Ancora una volta Marc è la miglior Honda al traguardo, ciò vuol dire che il limite sembra più della moto che delle condizioni di Marc in questo momento. Alle sue spalle la Honda del team LCR di Takaaki Nakagami staccato di un secondo e mezzo mentre Pol Espargaro è addirittura undicesimo a quesi dieci secondi da Marc. Ottava piazza per Brad Binder, unica KTM arrivata al traguardo. Chiudono i dieci Luca Marini e Maverick Vinales che dopo un intoppo nel primo giro risale dall’ultima piazza alla decima posizione.

Credits: motogp.com

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.