Francesco Bagnaia
Fonte: pagina facebook di Francesco Bagnaia

Al Misano World Circuit Marco Simoncelli sono le Ducati a dominare il Gran Premio Nolan del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna con Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) il più veloce nelle qualifiche con il crono di 1’33.045. Le Ducati hanno comandato in vetta per l’intero weekend e anche in griglia di partenza la musica non è cambiata. In prima fila troviamo infatti Jack Miller (Ducati Lenovo Team) ed un sorprendente Luca Marini (SKY VR46 Avintia), confidente e fiducioso, davanti a tutti.

 

Tanti gli errori e le cadute collezionati in questo weekend. Quest’oggi, soprattutto, il tecnico circuito romagnolo è stato ancor di più di difficile approccio a causa della situazione meteo che ha alternato pioggia e cielo fortemente coperto, non facilitando l’interpretazione del tracciato e le differenze di umidità nei vari settori. Più che menzionare tutte le cadute, facciamo prima forse a dire chi non è scivolato in questo weekend.

Proprio per una caduta durante le FP3, Lorenzo Savadori (Aprilia Racing Team Gresini) chiude preventivamente il weekend di casa con una frattura alla clavicola dx.

Q1: passa Bagnaia, fuori Quartararo

A Misano abbiamo assistito ad una q1 agguerritissima per poter avere una chance di contendersi le prime file del Gran Premio Nolan del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna. Tanti i big che non hanno avuto accesso diretto alla Q2, primi tra tutti i due contendenti al titolo: Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) e Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP). Grandissimo colpo di scena nella lotta per il campionato: passano in Q1 Bagnaia e Iker Lecuona (Tech3 KTM Factory Racing), quest’ultimo velocissimo in questa giornata tanto da aver fatto segnare il miglior tempo in FP4, mentre è fuori il leader del campionat Quartararo che non riesce ad andare oltre la P3 in Q1, costringendolo ad una gara in rimonta domani e in un gioco in difesa per salvare più punti possibili in campionato da Bagnaia che, invece, partirà in prima fila.

Fuori anche Andrea Dovizioso (Petronas Yamaha SRT), Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT) ed un inaspettato Michele Pirro (Ducati Lenovo Team) costantemente nella prima metà della classifica. Per i tre italiani non si prospetta una manche facile, soprattutto per Valentino che sul circuito di casa, voleva salutare i suoi tifosi da una posizione diversa.

Emilia Romagna GP, Francesco Bagnaia al comando

Q2: tris Ducati

Ducati davanti a tutti. Lo abbiamo letto e riletto, ma fino alla Q2 non sono state le ufficiali in vetta bensì le Pramac di Johann Zarco (Pramac Racing) e Jorge Martin (Pramac Racing). Grande sfortuna per loro in questa Q2 a causa delle cadute (ben due per Martin) che non hanno permesso di confermare le ottime prestazione segnate, bensì di accontentarsi solamente della decima posizione per il francesce e della dodicesima per lo spagnolo. Il francese di casa Pramac è scivolato nell’ultimo giro finendo sotto alla moto, fortunatamente per lui nessuna conseguenza riportata.

Anche Iker Lecuona (Tech3 KTM Factory Racing) passato in q2 non può confermare il primo posto delle FP4, anche lui vittima di una caduta che non gli consente di andare oltre l’ottavo crono dietro ad un ritrovato Marc Marquez (Repsol Honda Team). Ritrovato non tanto per le velocità e le prestazioni, sicuramente facilitate da questa condizione mista/pioggia, ma per l’incredibile salvataggio nei primi minuti della Q2 in pieno stile Marquez pre incidente. Jolly che si è potuto rigiocarsi a 20secondi dalla chiusura della sessione togliendogli il giro veloce in azione. Per lui calci sulla ghiaia e corsa ai box, caduta quindi senza conseguenze.

A svettare su tutti Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) in grandissima forma in queste qualifiche pronto ad una possibile fuga nella gara di domani. Con il diretto avversario che non è riuscito a superare la q1, per Pecco si presenta una grande opportunità. Sono solo 52 i punti di distacco in classifica e con la gara di domani sono tre le manche rimaste. L’italiano di Borgo Panigale potrebbe raggiungere il titolo già a Portimao se dovesse portarsi a casa da questo weekend tre punti in più su Quartararo.

Bagnaia eguaglia Stoner

Bagnaia con questo primo crono colleziona anche un traguardo molto particolare che non veniva reclamato dal 2008 con Stoner. Pecco colleziona così quattro pole consecutive eguagliando l’australiano più vincente in Ducati.

La seconda fila colleziona i suoi migliori alfieri in pista con Pol Espargaro , Miguel Oliveira e Franco Morbidelli che si conferma come miglior Yamaha durante l’intero weekend.

Emilia Romagna GP, Ducati e Francesco Bagnaia al comando
Emilia Romagna GP, Ducati e Francesco Bagnaia al comando

GP EMILIA ROMAGNA 2021: DIRETTA LIVEGP.IT

LiveGP.it sarà come sempre in prima linea per commentare in diretta il GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna sul canale YouTube e Facebook. La trasmissione andrà in onda alle 13:45 di Domenica 24 ottobre.

Benedetta Bincoletto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.