Amici di LiveGP.it appassionati di Motociclismo e di MotoGP in particolare, ben ritrovati alla terz’ultima puntata della nostra consueta rubrica “le Pagelle dei Protagonisti – MotoGP” incentrate sul Gran Premio d’Austrialia in quel di Phillip Island vinto da Marquez su Crutchlow e Miller: ecco i voti ai protagonisti che hanno fatto saltare sui seggiolini gli spettatori accorsi sulle tribune del tracciato di Phillip Island.




Marc Marquez 10: cucina i suoi avversari per poi fulminarli all’ultimo giro e vincere la gara. E’ successo anche con Vinales fino al momento della caduta. Cinquantacinque vittorie: meglio di Doohan e di qualsiasi altro pilota Honda in circolazione. Praticamente il team Repsol Honda è solamente lui, vista l’inconsistenza di Lorenzo.

Maverick Vinales 9: è vero, è caduto all’ultimo giro nell’estremo tentativo di portare un attacco a Marquez, forse nel punto più complicato della pista anche per le gomme. Nonostante tutto rimane la pole position e la mega gara fatta fino alla curva 10 dell’ultimo giro.

Cal Crutchlow 8,5: sulla pista nella quale 365 giorni fa ebbe un gravissimo incidente (frattura della caviglia), Cal torna più forte che mai centrando un bellissimo podio, il 18° della sua carriera in MotoGP, che regala una bella doppietta alla Honda.

Jack Miller 8,5: si regala un podio nella sua gara di casa, con tanto di shoey finale molto Ricciardo-style (per restare in tema di australiani). Miglior Ducati al traguardo e questo la dice lunga sul lavoro di Pramac in confronto al team interno…

Pecco Bagnaia 8: season high e miglior rookie della gara per Pecco, che chiude al quarto posto, ma staccato di pochi millesimi da quello che poteva essere un risultato eclatante dopo una stagione travagliata. Il risultato di domenica testimonia che il talento c’è (non si vince un mondiale in Moto2 per caso), ma necessita di una moto meno complicata della GP18…

Andrea Iannone 8: finalmente il vero Iannone! Andrea da Vasto tira fuori una prestazione degna delle sue migliori del periodo Ducati-Suzuki su un tracciato che maschera i problemi che ha una moto come Aprilia. Iannone sembra rinato, la controprova in Malesia…

Aleix Espargarò 7,5: della buonissima prestazione di Iannone ne beneficia anche Aleix, per lunghi tratti nel gruppo dei migliori salvo poi chiudere in P10 grazie peraltro alla caduta di Vinales. Tanti punti portati dalla coppia di Noale alla causa della classifica costruttori.

Joan Mir 7,5: gran gara e gran rimonta anche per lo spagnolo Joan Mir, capace di arrivare davanti addirittura al suo capitano in Suzuki, Rins. Punti importanti anche per lo spagnolo in una stagione di alti e bassi.

Valentino Rossi 7: highlight della sua gara la mega partenza che gli ha permesso di passare dalla seconda fila a primo e comandare la gara per qualche giro. Gara a gambero, ma non manca mai di lottare contro piloti più giovani di lui ed alla fine chiude in P8 non senza qualche rimpianto…

Johann Zarco 7: bel ritorno in pista quello del francese, grazie al team di Lucio Cecchinello. Chiude in P13 il suo primo weekend sulla Honda, ma quello che impressiona è l’essere arrivato davanti a Lorenzo addirittura di 40”.

Andrea Dovizioso 6: non una delle migliori gare del forlivese, peraltro su una pista che mal digerisce. Cava fuori il massimo possibile, ma finisce dietro sia al team satellite Pramac che addirittura ad una Aprilia…

Alex Rins 6: gara di sofferenza per il capitano del team Suzuki. Mentre Mir da dietro recupera come un forsennato, arrivando a sfiorare quasi il podio, Alex non è sembrato avere il ritmo ed il mordente del suo compagno di box. Conserva la terza posizione nel mondiale, ma nelle ultime due gare dovrà sudare…

Pol Espargarò 5,5: gara piuttosto complicata per lo spagnolo di KTM. P12 finale lottando con Morbidelli e Zarco, ma senza avere il ritmo per trovare la rimontona come Mir e Bagnaia.

Jorge Lorenzo 4: giudicare Lorenzo è come sparare sulla Croce Rossa. Ultimo a 40” da Zarco e circa 20” dal malese Syahrin è la fotografia della sua stagione terrificante in sella alla Honda. HRC sta facendo di tutto per favorire il suo adattamento alla moto, ma Jorge non sembra assecondare i tecnici giapponesi…

Danilo Petrucci & Fabio Quartararo s.v: la loro gara finisce alla Doohan corner, dinamica sfortunatissima con entrambi che perdono il posteriore e Petrucci che frana addosso a Fabio. Peccato perché entrambi potevano ambire ad un risultato importante…

Per questa puntata è tutto. Appuntamento alla prossima, nel post gara del Gran Premio della Malesia, in programma nel weekend del 1-3 novembre sul tracciato di Sepang

Marco Pezzoni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.