virtual motogp

Le Virtual Races della MotoGP hanno un vincitore finale, Alex Marquez, che batte Pecco Bagnaia e Maverick Vinales, aggiudicandosi la serie delle 5 gare online organizzate da Dorna nel periodo di quarantena. Andiamo a vedere numeri e statistiche delle Virtual Races.

Con il Michelin Virtual British Grand Prix di un paio di domeniche fa si è chiusa ufficialmente la serie delle gare online organizzate da Dorna con il supporto dei videogame ufficiali MotoGP19 prima e MotoGP20 poi. Una serie di gare che ha compreso 64 piloti di 48 team, tra i quali i fratelli Marquez, Valentino Rossi e la MotoGP Legend Jorge Lorenzo, vincitore da wild card dell’ultima gara, quella di Silverstone.

Numeri alla mano, le gare online dei piloti del Motomondiale hanno raccolto tantissime views sui profili social della MotoGP e di MotoGP eSport, con un numero sempre crescente di interazioni e di contenuti prodotti riguardanti le varie fasi delle gare.

Diamo un po’ di numeri 

Sciorinando un po’ di numeri si evince che 64 piloti di 48 team del Motomondiale hanno preso parte alle 10 gare totali disputatesi da marzo fino ad un paio di domeniche fa. Tra i 64 piloti possiamo annoverare il campione in carica Marc Marquez, il 9 volte campione del mondo Valentino Rossi e la MotoGP Legend Jorge Lorenzo, vincitore dell’atto finale.

Classifica finale

Classifica alla mano, Alex Marquez con 86 punti è il vincitore della serie davanti a Pecco Bagnaia (79) e Maverick Vinales (71), poi Quartararo e Marc Marquez. L’unico pilota ad averle disputate tutte è il solo Pecco Bagnaia, mentre gli altri quattro non si sono presentati per la gara finale.

I numeri del successo

La serie di gare virtuali ha visto la creazione di oltre 3.100 contenuti digitali, generando oltre 10 milioni di interazioni. I contenuti pubblicati sulle gare virtuali hanno generato 331 milioni di impression e 52 milioni di visualizzazioni video, di cui 12 milioni di fan che hanno assistito agli eventi dal vivo. In totale, sono stati consumati più di 31 milioni di minuti di video che, incredibilmente, sono l’equivalente di 60 anni di visione non-stop.

Azione benefica

Il Red Bull Virtual Grand Prix di Spagna è stato anche più di un Virtual Grand Prix, poiché i piloti si sono dati battaglia in aiuto dell’ente benefico ufficiale della MotoGP, Two Wheels for Life. L’ente benefico ha lanciato una campagna con l’obiettivo di raccogliere fondi per il loro lavoro vitale combattendo il Coronavirus, garantendo la consegna dei risultati dei test, l’istruzione e le attrezzature a comunità difficili da raggiungere per prevenire la diffusione di Covid-19 e altre malattie pericolose nell’Africa sub-Sahariana.

I prossimi progetti

Nelle prossime settimane, i fan potranno avere la possibilità di gareggiare nel Campionato eSport MotoGP grazie alla nuovissima WINDTRE Rising Star Series, un programma Talent Cup volto a scoprire e promuovere i talenti eSport in tutto il mondo. WINDTRE Rising Star è un programma eSport Talent Cup, che consiste in quattro sfide online di time attack in diverse regioni del mondo (Americhe, Europa e Africa, Asia e Oceania) e tre finali regionali online (una per regione). Ai vincitori regionali verrà assegnato un posto garantito nel Draft 2021 con anche altri fantastici premi in palio!

The End

Questo è tutto per le corse Virtual Races MotoGP, con milioni di fan intrattenuti, alcuni piloti che acquisiscono una nuova abilità e una buona causa supportata anche dall’iniziativa. Dorna Sports vorrebbe estendere i propri ringraziamenti a emittenti, partner, sponsor, piloti, squadre e altro per la loro dedizione a rendere ogni evento un successo così incredibile, così come ai milioni di fan che si sono sintonizzati in tutto il mondo e hanno contribuito a la campagna Two Wheels for Life.

Marco Pezzoni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.