Dopo averne ammirato le forme nei test prima a Sepang e poi a Phillip Island, all’Auditorium Ducati di Bologna sono stati tolti i veli alla livrea del team ufficiale Ducati MotoGP per la stagione 2016. Ed è finalmente stata una presentazione diversa dal solito: sul palco allestito per l’occasione,infatti, è stato creato un garage con le insegne di Ducati e le scritte dei vari sponsor per quanto riguarda il team MotoGP, mentre sulla serranda del garage è apparsa la scritta “Desmo16GP”. Iniziato il countdown, la serranda si è alzata poco alla volta, mostrando le forme della nuova Desmo16 GP: quando le luci si sono accese, finalmente è saltata all’occhio la nuova livrea della creatura di Borgo Panigale. Quasi come a voler “copiare” la Ferrari, sulla GP16 compare più bianco rispetto alle stagioni passate: le alette sono bianche con la parte terminale rossa.

Dopo averne ammirato le forme nei test prima a Sepang e poi a Phillip Island, all’Auditorium Ducati di Bologna sono stati tolti i veli alla livrea del team ufficiale Ducati MotoGP per la stagione 2016. Ed è finalmente stata una presentazione diversa dal solito: sul palco allestito per l’occasione,infatti, è stato creato un garage con le insegne di Ducati e le scritte dei vari sponsor per quanto riguarda il team MotoGP, mentre sulla serranda del garage è apparsa la scritta “Desmo16GP”. Iniziato il countdown, la serranda si è alzata poco alla volta, mostrando le forme della nuova Desmo16 GP: quando le luci si sono accese, finalmente è saltata all’occhio la nuova livrea della creatura di Borgo Panigale. Quasi come a voler “copiare” la Ferrari, sulla GP16 compare più bianco rispetto alle stagioni passate: le alette sono bianche con la parte terminale rossa.

Cambio anche per quanto riguarda le livree delle tute di Iannone e Dovizioso: una banda bianca sul petto prima del main sponsor TIM e tanto bianco anche su gambe e braccia. Sembra quasi che in Ducati abbiano chiesto aiuto alla Rossa di Maranello…scherzi a parte, la combinazione bianco-rosso sulle nuove Desmo16 GP16 appare molto riuscita. Squadra presente quasi al completo per questa presentazione, da sottolineare l’assenza del figliol prodigo Casey Stoner, da sempre poco incline a questi eventi mediatici e alle luci della ribalta.

Ecco le dichiarazioni di Claudio Domenicali, Luigi Dall’Igna, Andrea Dovizioso e Andrea Iannone a margine della presentazione:

Claudio Domenicali (Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding) ha dichiarato: “Il 2016 sarà il quattordicesimo anno per noi in MotoGP, e la Ducati di oggi è sicuramente un’azienda diversa rispetto all’esordio del 2003.  È un’azienda sana, solida, cresciuta in modo significativo, che annovera 1540 dipendenti in tutto il mondo e che nel 2015 ha raggiunto il record di vendite con oltre 54.000 moto consegnate. La presentazione del team, che segna l’inizio di una nuova stagione agonistica, è un momento emozionante e importante al tempo stesso.  Ho molta fiducia in Gigi Dall’Igna e in tutte le persone che con il loro impegno e la loro dedizione rendono reale il nostro sogno. Tutta la struttura di Ducati Corse, insieme ad Andrea Dovizioso, Andrea Iannone, Michele Pirro, e a un collaudatore eccezionale come Casey Stoner, sono un valore straordinario per il talento, la competenza e per lo spirito di squadra che rappresentano: quello dei veri Ducatisti.”

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse) ha poi aggiunto: “La Desmosedici GP che presentiamo oggi nella sua livrea definitiva è un’evoluzione della moto che abbiamo utilizzato durante lo scorso campionato. In questa stagione ci sono stati dei cambiamenti regolamentari importanti: il software unico e gli nuovi pneumatici Michelin, e quindi il lavoro più importante è stato dedicato ad adattare la moto a queste novità. Il nostro obiettivo per quest’anno è quello di essere costantemente assieme ai primi in tutte le gare del campionato. Nel 2015 abbiamo ottenuto otto podi con la squadra ufficiale, con quattro secondi posti, ma non abbiamo sempre avuto la stessa costanza di rendimento durante tutta la stagione. Quest’anno invece l’obiettivo è lottare stabilmente per le posizioni di testa e tornare a vincere delle gare. Sappiamo che si tratta di un obiettivo estremamente ambizioso da raggiungere, ma siamo abituati ad accettare le sfide più difficili.”

Andrea Dovizioso (pilota Ducati Team): “Sono molto carico per il campionato 2016, perché quella che abbiamo davanti è una stagione molto importante. Sarà il mio quarto anno in Ducati, e credo che ci siano tutti i presupposti per poter pensare in grande, visto anche il grande lavoro che abbiamo svolto durante l’inverno. Mi sono trovato subito molto bene con la Desmosedici GP, e ho capito immediatamente gli aspetti positivi della nuova moto. Avremo bisogno ancora di un po’ di tempo per adattarci pienamente alle nuove gomme Michelin, ma le mie sensazioni sono molto buone e quindi sono ottimista.”

Andrea Iannone (pilota Ducati Team): “Ho iniziato la mia carriera in MotoGP con il Team Pramac Ducati nel 2013 e questo sarà il mio secondo anno con la squadra ufficiale. Parto per migliorare i risultati importanti che ho raccolto nel 2015, e sicuramente mi impegnerò al massimo durante la stagione, cercando di progredire gara dopo gara. Ho provato la nuova Desmosedici GP a Sepang e a Phillip Island e le mie prime sensazioni sono positive. Credo che sarà una moto competitiva per ottenere gli obiettivi a cui aspiriamo e sono davvero impaziente di cominciare.”

La squadra ufficiale di Borgo Panigale tornerà in pista la prossima settimana sul tracciato di Losail in Qatar, dove il 20 marzo prenderà il via la stagione 2016.

Marco Pezzoni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.