Moto2 | Arón Canet chiude al comando i test di Jerez, Baldassarri (6°) primo italiano
Fonte: @AsparTeam Twitter

Le due giornate di test a Jerez si concludono con Arón Canet in testa alla classifica della classe Moto2. Lo spagnolo dell’Aspar Team ha registrato il miglior tempo di giornata girando in 1:41.130. Questo riferimento avvicina il record assoluto (1:41.109) stampato da Marcel Schrotter nelle FP3 del GP di Spagna 2020.

Un buon inizio per Canet, pronto ad affrontare  il secondo anno nella classe intermedia con la stessa squadra che l’ha portato all’esordio l’anno scorso. Il classe 1999 di Corbera ha completato 52 giri, raggiungendo i migliori parziali al termine del 35° passaggio. Passi in avanti decisi che fanno pensare ad un 2021 in netta crescita. Dietro Canet troviamo il decisamente più esperto Sam Lowes, giunto a circa tre decimi dalla testa della classifica. Il britannico, ancora insieme a MarcVDS, ha registrato il miglior tempo personale al giro 19, concentrandosi poi sulla lunga distanza. Terza posizione per Marcos Ramirez, così come Canet al secondo anno di Moto2. Il portacolori American Racing ha totalizzato 43 giri, provando l’attacco al tempo nei km finali del proprio programma di lavoro.

Appena fuori dalla Top3 troviamo l’olandese Bo Bendsneyder, alle prime uscite con sia con il Mandalika SAG Racing Team sia con un telaio Kalex. Nonostante la poca esperienza su questa filosofia telaistica, Bendsneyder sembra aver già fiducia nei propri mezzi: la dimostrazione arriva dall’ottimo 1:41.784 ottenuto nel 64° dei 76 giri percorsi. Al 5° posto chiude Augusto Fernandez, impegnato a recuperare da un 2020 difficile. Nonostante i tre decimi persi rispetto a Sam Lowes, Fernandez si è reso protagonista di un ottimo ritmo, concludendo la seconda giornata di test con 71 giri all’attivo.

Passando alla seconda metà della Top10, il primo pilota che incontriamo è Lorenzo Baldassari, al battesimo con la MV Agusta F2 2021 di Forward Racing. Il bilancio si può definire positivo per l’italiano, arrivato a otto decimi da Canet e alla guida della propria MV per un totale di 74 tornate. Baldassarri precede un altro grande esperto della classe intermedia: Thomas Luthi. Passato da IntactGP a SAG, lo svizzero si è posto l’obiettivo di recuperare velocità e fiducia dopo un 2020 in affanno. Il 7° posto è stato raggiunto grazie all’1:41.992 ottenuto al 26° giro. Dopodiché Luthi ha continuato a girare fino al passaggio 59, dopo il quale è tornato definitivamente ai box.

Il primo pilota ad andare sopra il 1:42 è Simone Corsi, allontanatosi dai vertici della classifica dopo l’ottima giornata di ieri. 55 giri e un 1:42.008 come miglior tempo collocano il romano in 8^ posizione, davanti a Somkiat Chantra e Marcel Schrotter, ultimo dei primi dieci.

Così come accaduto ieri, tra i debuttanti prevale Tony Arbolino (11°). Il rookie di casa IntactGP ha tolto quattro decimi al miglior riferimento personale della prima giornata, seguito da un convalescente ma rapido Ai Ogura e dal Campione del Mondo Moto3 Albert Arenas. Positivo il Day2 di Cameron Beaubier, in pista solo quest’oggi per il numero limitato di giorni concesso da Dorna e FIM. Lo statunitense, direttamente in arrivo dal MotoAmerica, partirà soddisfatto verso il Qatar visti i 65 giri percorsi ed il distacco ridotto nei confronti degli altri debuttanti. Chiude la classifica Moto2 il polacco Piotr Biesiekirski, terzo pilota schierato da American Racing.

MOTO2 2021 | JEREZ TEST DAY 2 | RISULTATI UFFICIALI

Moto2 | Test Jerez Day 2

Matteo Pittaccio

Leggi anche: MOTOGP | L’ANALISI DELLE NOVITÀ TECNICHE VISTE NEI TEST IN QATAR

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.