Nel corso della puntata 22 di Motorbike Circus, il consueto appuntamento in onda ogni martedì alle ore 19 su Radio LiveGP abbiamo avuto il piacere di intervistare in diretta il pilota del team Forward Racing Moto2 Lorenzo Baldassarri. Ecco i passaggi più significativi della nostra intervista realizzata sulla nostra web radio.

D: Lorenzo, arriviamo alla gara di Moto2 importantissima anche per voi a questo punto…(Marco Pezzoni)

LB: Sì, arriviamo alla gara di casa che è la più sentita in assoluto, perché correre davanti al pubblico di casa è sempre speciale e veramente bello.

D: Hai fatto un solo anno di Moto3 e poi sei saltato subito in Moto2. Come mai questo step dopo solo 1 anno? (Marco Pezzoni)

LB: Purtroppo ho debuttato in Moto3 che già ero parecchio alto e grande di stazza, quindi ho faticato molto e ho capito che la moto più adatta era la 600, quindi ho deciso di fare il salto di categoria perché ho avuto l’occasione a fine anno di fare un test e mi sono trovato subito bene.

D: Come affronterai la gara di casa ce l’hai detto, ma parteciperai anche tu alla Spurtleda58, vero? (Fabrizio Crescenzi)

LB: Sì, ci sarà la Spurtleda58 e come l’anno scorso parteciperò a questo evento e sarà molto divertente (la sfida è stata poi vinta dallo stesso Baldassarri, ndr). Ci sfidiamo tra noi piloti anche sui kart, ci diamo due sportellate prima di iniziare il gran premio, ci sta. Poi a questa gara arriviamo dopo 2 zeri che purtroppo per vari motivi abbiamo avuto per un po’ di sfortuna, abbiamo saltato una gara, comunque abbiamo molta voglia di rifarci, io sono molto carico e anche la squadra allo stesso modo.

D: Quest’anno in Moto2 c’è un dominio assoluto di Kalex. Va davvero così forte rispetto alle altre? (Fabrizio Crescenzi)

LB: Sì, diciamo che quest’anno è la moto favorita, la migliore, però il livello è molto alto. La differenza non penso sia moltissima anche dalla Suter dell’anno scorso. Però dà una bella mano come moto. Sinceramente quando sono salito in sella mi sono trovato subito a mio agio, più che altro per chi inizia è una moto più facile, poi è logico che per andar forte bisogna sempre dare gas.

D: Dalla vostra parte, come avete vissuto i problemi del team? (Marco Pezzoni)

LB: Non è stato facile perché sinceramente quando ho saputo la notizia subito ho cercato di dire “andrà tutto a posto”, poi sempre più preoccupati e quando abbiamo saltato la gara la tensione era al massimo perché non si sapeva se saremmo riusciti a finire la stagione. Poi per fortuna le cose si sono messe a posto quasi del tutto, sembra stia migliorando la situazione, i capi si stanno impegnando moltissimo per finire la stagione e a parte l’aria tesa generale di tutta la squadra, alla fine siamo riusciti a risollevarci.

D: Quest’anno Zarco sta monopolizzando il podio e sta vincendo strameritatamente il Mondiale. Quando vedremo un italiano sul gradino più alto del podio in Moto2 e soprattutto quando vedremo un italiano vincere il mondiale Moto2? (Fabrizio Crescenzi)

LB: Speriamo presto, il prima possibile. Zarco quest’anno sta andando veramente forte e se lo merita, però io sto lavorando al massimo, cercando di apprendere il più possibile dai più forti e credo che con molto lavoro e impegno i risultati arriveranno anche per noi.

D: Lorenzo, sbaglio o ti vediamo spesso nel ranch di Valentino Rossi? (Marco Pezzoni)

LB: Sì, sì è vero, mi alleno spesso. Vado praticamente tutti i sabati, mi alleno con il Dottore, anche lui quest’anno sta facendo una stagione veramente bella. Faccio parte della VR46 Riders Academy quindi mi alleno con loro. Chi meglio di un maestro come lui…

D: Riuscite ogni tanto a batterlo o vi dà la classica paga? (Marco Pezzoni) 

LB: Ogni tanto ce la giochiamo, diciamo che ci divertiamo. Lui va veramente forte anche lì, però ce la giochiamo in 3-4 e siamo lì, facciamo bagarre…

D: Domani se lo dovessi battere cosa ti direbbe? (Fabrizio Crescenzi)

LB: Eh sarebbe il mio sogno, sto vivendo il mio sogno, sfidare un pilota MotoGP, però non so se può essere possibile.

D: Domanda di rito…che moto hai nel garage? (Fabrizio Crescenzi) 

LB: Ho la mia prima minimoto con la quale ho iniziato quando ero piccolo, tutta impolverata. Il garage è pieno di moto, ho un altro garage con altre moto. Poi quando sono al ranch uso tutte le moto allenandomi lì, quando non sono in moto sono comunque… in moto.

D: A Misano quest’anno verrà ricordato il quinto anniversario della morte di Shoya Tomizawa. Lo ricorderete in pista? Farete un evento per ricordarlo come è avvenuto spesso purtroppo quest’anno? (Fabrizio Crescenzi) 

LB: Sì, credo che ci sarà un evento, anche durante il Gran Premio c’è sempre il DediKato, non so quest’anno quando sarà, perché non sono stato informato… però comunque lo confermo.

Marco Pezzoni

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.