Nell’ultima gara della stagione Enea Bastianini vince il titolo Moto2 chiudendo in quinta posizione. Marini arriva secondo alle spalle di un grande Gardner, mentre Lowes non riesce nell’impresa e si deve accontentare della terza piazza.

Alla partenza scatta bene Gardner e anche Luca Marini, che alla prima curva si porta in prima posizione, ma il numero #87 si riprende la testa mettendo quasi un secondo tra lui e gli inseguitori. Bastianini e Marini sono costretti ad inseguire rispettivamente in seconda e terza piazza, costretti a fare attenzione alla guida aggressiva di Lowes.

DIGGIA E BULEGA GIÙ ALLA PRIMA CURVA

Paura al primo tornante per un incidente che ha coinvolto Di Giannantonio e Bulega, con il pilota romagnolo che ha travolto con il corpo la moto del connazionale, per fortuna senza conseguenze. A sei giri dopo il via Bastianini si trova in 5^ posizione con Bezzecchi e Fernandez alle calcagna, ma il #33 riesce a chiudere la porta agli attacchi.

Nel frattempo Luca Marini si prende il comando della gara davanti a Lowes e Gardner, mentre il Bestia rimane ancora bloccato al quinto posto dopo nove passaggi. Stando così, Enea sarebbe comunque campione con solo 4 punti di vantaggio su Marini. Sam Lowes, nonostante l’infortunio alla mano, riesce a tenere il passo di Marini e più indietro Martin si fa vedere negli scarichi di Enea Bastianini.

LOWES E GARDNER ALL’ATTACCO

A dieci giri dalla conclusione Luca Marini è ancora al comando con un secondo di vantaggio su Lowes. In sesta posizione invece Bastianini deve fare i conti con Martin. Il pilota italiano non riesce a divincolarsi per raggiungere il gruppetto di testa, mentre Gardner e Lowes vanno alla caccia di Marini, rubando decimo dopo decimo. I due a 7 giri dalla conclusione mettono il turbo incollandosi alle ruote del #10. L’occasione è più che ghiotta per Sam Lowes che ha 8 punti di distacco da Bastianini nella classifica piloti. Con il sorpasso su Fernandez, il Bestia si riporta in quinta posizione mettendo nel mirino Bezzecchi. A 4 giri dalla conclusione Lowes stampa un 1:42.500, tempo mostruoso che gli vale anche il record della pista, ma nonostante questo Gardner e Marini rimangono a più di mezzo secondo di distacco.

A due giri dalla conclusione Gardner passa Marini, anche se il sorpasso era nell’aria. Bastianini in quinta posizione lotta e si difende dagli attacchi degli avversari e riesce a rimanere in testa di 9 punti nella classifica mondiale. Nell’ultimo giro Marini lascia andare Gardner, che vince l’ultima gara dell’anno e la sua prima in Moto2.

Michele Iacobello

LEGGI ANCHE: MOTO3 | GP PORTOGALLO, GARA: RAUL FERNANDEZ FA IL VUOTO, ARENAS CAMPIONE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.