Sono due i piloti a festeggiare al termine del Gran Premio d’Austria di Moto2, andato in scena al Red Bull Ring. Da un lato, Jorge Martin celebra il suo primo successo nella classe di mezzo, mentre dall’altro Luca Marini diventa il nuovo leader del Mondiale, grazie al secondo posto conquistato al traguardo. Fuori dai giochi Enea Bastianini, protagonista di una caduta che ha coinvolto Hafizh Syahrin, autore di uno spaventoso volo e trasportato in ospedale per controlli.

LA CRONACA

Dopo la pole conquistata al sabato, Remy Gardner ha uno scatto positivo ma è Martin a soffiargli la testa della corsa. Subito dietro, Marini si porta all’attacco di Bastianini portandosi in quarta piazza, con Schrotter che a sua volta infila Gardner. La battaglia infuria nelle prime fasi, con Martin che costruisce un piccolo gap sul resto del gruppo, con Marini e Bastianini a ridosso del duo di testa. Bezzecchi risale rapidamente e scavalca Bastianini, il quale perde il controllo della moto in uscita da curva 1. Tutti evitano la Kalex in mezzo alla pista tranne Syahrin, che centra in pieno la moto di Bastianini e viene sbalzato in aria. Nella caduta coinvolto anche Pons.

BANDIERA ROSSA

Viene esposta la bandiera rossa, con la pista cosparsa di rottami. Fiato sospeso per le condizioni di Syahrin che viene immediatamente soccorso dai medici. Per fortuna, dopo pochi minuti viene comunicato che il pilota è cosciente. La pista viene ricoperta di filler nel tratto dell’incidente. La gara riparte sulla nuova distanza di 13 giri con le posizioni basate sulla classifica scaturita al termine del terzo giro, tranne ovviamente i piloti coinvolti nello spaventoso crash.

Mentre Syarhin viene portato in ospedale per verificare la presenza di eventuali fratture, i piloti si schierano in griglia per il secondo start, con alcune variazioni nella scelta delle gomme. Martin mantiene il comando tenendo a bada Marini, con Schrotter e Bezzecchi subito dietro e Navarro che scivola all’ultima curva. Piccolo “lungo” di Bezzecchi al tornantino, con il pilota del team Sky Racing che perde tre posizioni, prima di ripetere l’errore anche nel giro successivo e scivolare a metà gruppo.

Davanti Martin e Marini sembrano potersene andare, con il duo formato da Gardner e Schrotter alle loro spalle che precede il resto del gruppo. Grossi guai per Nagashima, il quale finisce per terra in curva 1 e perde punti importanti in ottica mondiale. Anche Gardner scivola, gettando alle ortiche un piazzamento in zona podio. Martin riesce a prende un piccolo margine su Marini, con il gruppo che si ricompatta alle loro spalle ma staccato di oltre 3″.

MARTIN REGOLA MARINI

Le ultime fasi vedono Martin aumentare progressivamente il margine su Marini, mentre Lowes scavalca Vierge salendo in quarta piazza, con Bezzecchi nel frattempo risalito in sesta. Jorge Martin coglie il primo successo in Moto2, ma Luca Marini con il secondo posto può festeggiare la leadership in classifica. Schrotter conquista il terzo gradino del podio, precedendo Lowes che in volata regola Vierge e Bezzecchi.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.