Dopo il successo colto sin dall'edizione inaugurale del 2014, anche quest'anno torna il LiveGP Award, il sondaggio della nostra testata giornalistica giunto alla quarta edizione, il cui obiettivo è mirato ad eleggere il miglior pilota automobilistico italiano Under 23 della stagione conclusasi da sole poche settimane. In questo pezzo promuoveremo Matteo Cairoli, pilota attualmente sotto contratto con Porsche, protagonista nel Mondiale Endurance e nell'European Le Mans Series con la 911 RSR del team Proton Competition, ma anche in altri campionati con la 911 GT3 R.

SCOPRI QUI COME VOTARE PER IL LIVEGP AWARD 2017 SEZ. AUTO E VINCERE UN FANTASTICO TEST-PREMIO IN PISTA!

Matteo Cairoli, insieme a Lorenzo Colombo, Luca Ghiotto e Alessio Lorandi, è uno dei candidati al LiveGP Award 2017, il sondaggio di LiveGP.it finalizzato ad eleggere il miglior pilota italiano Under 23. Nato a Como nel 1996, il suo esordio in monoposto avviene nel 2012 dopo un corso effettuato in ACI/CSAI per la licenza. L’anno dopo, la prima stagione in Formula 3 col Team ADM, più precisamente nell’ATS Formel 3 Cup , la Formula 2.0 Alps e alcune gare in GT, il mondo che dal 2014 non ha più lasciato, salutando al contempo le monoposto.

Dopo aver vinto la Porsche Carrera Cup Italia nel 2014, Cairoli ha svettato anche nel Porsche International Cup Scholarship Challenge, che gli ha permesso di prendere parte nel 2015 sia nella Porsche Carrera Cup Deutschland che nella Porsche Supercup, vincendo a fine stagione il titolo di Rookie. Nello stesso anno ha disputato la 24 Ore del Nurburgring con la 911 GT3 Cup del team Manthey Racing nella classe SP7, terminata in anticipo col ritiro a causa di un incidente dopo circa 7 ore di gara.

Nonostante l’amarezza del titolo sfumato nella Porsche Supercup 2016, anno in cui ha debuttato nell’European Le Mans Series nel corso del fine settimana al Red Bull Ring, il pilota comasco quest’anno ha avuto modo di iniziare alla grande in termini di esperienza disputando le 24 Ore di Dubai, Daytona e Nurburgring, nella quale ha gareggiato nella classe assoluta SP9 con la Porsche 911 GT3 R, terminata (purtroppo) dopo poche ore a causa di continui problemi alla vettura, iniziati a partire dalla prima tornata.

La novità principale per Matteo, quest’anno, è stata senza dubbio la partecipazione al Mondiale Endurance, che lo ha visto al via con la Porsche 911 RSR del team Dempsey-Proton Racing in classe GTE Am, quindi alla 24 Ore di Le Mans, terminata al terzo posto di classe dopo aver guidato per metà gara. Come ci ha raccontato nella sua intervista durante il Prologo a Monza nell’aprile scorso, correre Le Mans si è trattato della realizzazione di un sogno. Il sogno che aveva fin da bambino. Dopo aver lottato fino all’ultima gara in Bahrain, lui e i suoi compagni (Dienst e Ried) sono stati costretti alla piazza d’onore in GTE Am. Tuttavia, a seguito dei recenti test ad Aragon con la nuova 911 RSR (che probabilmente guiderà nel 2018), è già partito l’assalto alla nuova stagione…

Matteo Milani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.