Gabriele Minì

Chi l’avrebbe mai detto che Gabriele Minì sarebbe stato il primo pilota italiano a vincere l’Italian F4 Championship? Eppure il giovane palermitano ha stupito tutti nella sua stagione da Rookie, dimostrando che esiste ancora la Sicilia che vince.

Un risultato impressionante se si considera che il giovane siciliano è al debutto nella Italian F4, campionato che vede al via più di quaranta piloti di oltre venti diverse nazionalità. Tanta concorrenza con il coltello tra i denti, e nonostante questo Gabriele Minì ha conquistato in questa stagione 2020 ben quattro vittorie ed undici podi vincendo il titolo.

CHI E’ GABRIELE MINI’

Gabriele Minì è nato a Palermo il 20 Marzo del 2005. Fin da subito ha avuto grande successo nei kart laureandosi campione WSK nella 60 Mini nel 2017, e del WSK Super Master nel 2018. Queste vittorie gli permettono di conquistare anche il riconoscimento di Rookie dell’Anno 2019 dalla FIA. 

Il suo talento non passa inosservato, e nel 2019 viene ingaggiato dalla “All Road Manager”, fucina di talenti gestita da Nicolas Todt. Basti pensare che da qui hanno fatto carriera sia il compianto Jules Bianchi che Charles Leclerc. L’agenzia di Todt ha permesso a Minì di raggiungere l’accordo con il team Prema e di avere un primo assaggio di monoposto grazie a dei test effettuati nel 2019.

L’AVVENTURA IN F4

L’avventura in F4 di Gabriele Minì comincia subito alla grande. Nel weekend inaugurale di Misano, Gabriele piazza una tripletta in qualifica, dominando gara 1 a mani basse. In seguito collezionerà altre undici pole e tre vittorie dimostrando di essere un pilota giovane ma maturo, capace di gestire un campionato lungo e difficile come l’Italian F4 Championship.

Gabriele Minì ha anche dimostrato di poter essere un pilota costante e veloce su tutti i circuiti, cosa non da tutti specialmente al debutto in una serie. La testa del campionato arriva inevitabilmente con la vittoria in Austria, e nonostante la doppietta di Pizzi a Monza, Minì riesce a vincere al Mugello e portare a casa il titolo matematicamente ad Imola. Ad Imola Minì è stato il più veloce sin dalle qualifiche, vincendo gara-1 e conquistando il secondo posto in gara-2 e gara-3.

L’ultimo appuntamento di Vallelunga è una semplice passerella, ed alla fine meglio così considerando che il protagonista del weekend è stato il maltempo. La vittoria di Gabriele Minì comunque vale doppio considerando che è il primo italiano a vincere il titolo di campione dell’Italian F4 dall’inizio della serie.

LA FELICITA’ DI MINI’ ED IL FUTURO

La vittoria nell’Italian F4 proietta Gabriele Minì verso il futuro, che sarà comunque gestito da Nicholas Todt come lui stesso dichiarato al termine della gara di Imola: “Sinceramente non mi aspettavo di vincere matematicamente il titolo a Imola, ma sono molto contento e sollevato di avercela fatta. Avrei voluto vincere anche gara-3, ma dovevo pensare al campionato. Il prossimo anno certamente il Formula Regional European Championship sembra molto interessante, ma sarà il mio manager Nicholas Todt a decidere quale sarà il mio prossimo passo e, certamente, mi saprà indicare la strada migliore. Adesso sicuramente mi prenderò qualche giorno per festeggiare e godermi il successo”.

Festeggiamenti sicuramente meritati per Gabriele Minì, che ha dimostrato che può ancora esistere una Sicilia che vince. Siamo fiduciosi che in futuro il giovane Minì sarà tra i protagonisti italiani del Motorsport e noi di LiveGP saremo qui a raccontarlo.

Julian D’Agata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.