Cambia ancora il calendario 2020: il double header di Road America sostituirà Richmond

Le vicissitudini legate al Covid-19 e le conseguenti misure di sicurezza adottate dai vari Stati, continuano a modificare il calendario della NTT IndyCar Series che, solamente nella giornata di ieri, ha dovuto registrare la defezione di Richmond che sarà sostituita dal double header di Road America.

RICHMOND OUT

Lo Stato della Virginia, che avrebbe dovuto ospitare la gara nel weekend del 27 giugno ad 11 anni dall’ultima volta (era il 2009), nonostante il ritorno alle competizioni con la NASCAR nella Darlington Raceway del South Carolina, ha  vietato qualsiasi tipo di evento pubblico fino a fine luglio, posticipando di fatto la gara al 2021.

CON TORONTO OUT CAMBIA IL CALENDARIO

Nelle scorse settimane anche la città di Toronto, per bocca del sindaco della cittadina canadese, ha vietato eventi pubblici anche a porte chiuse rendendo di fatto impossibile lo svolgimento del Gran Premio che si sarebbe dovuto svolgere nel weekend del 11 e 12 luglio.

IL NUOVO CALENDARIO

Saranno ben tre i double header stagionali, visto che si correrà anche sullo Iowa Speeway la settimana successiva e a Laguna Seca il 19 e 20 settembre. Confermata l’apertura del 6 giugno al Texas Motor Speedway e la chiusura del 25 ottobre a St. Petersburg, con la data del 23 agosto cerchiata in rosso: quella della 500 Miglia di Indianapolis, che si sarebbe dovuta svolgere in questo weekend.

I DUBBI DELL’ULTIMA ORA IN TEXAS

Non ci dovrebbero essere problemi circa lo svolgimento della prima gara stagionale in Texas, anche se nelle ultime ore hanno fatto scalpore le dichiarazioni del direttore medico ad interim ed autorità della Salute Pubblica di Austin (Austin Public Health), Mark Escott chhe ha gettato più di qualche ombra sullo svolgimento dell’evento: “I grandi eventi sono la prima cosa che abbiamo vietato e saranno l’ultima cosa su cui daremo l’ok. Questo perché c’è un rischio molto alto di esporre tantissime persone al virus. Stiamo lavorando ad un piano per capire cosa possa essere ragionevole fare nei prossimi mesi, ma guardando al futuro non abbiamo alcuna indicazione legata al periodo di durata del virus. Il rischio per eventi con più di 2500 persone è sempre alto”.

INDYCAR | SI RIPARTE IL 6 GIUGNO DAL TEXAS MOTOR SPEEDWAY

Vincenzo Buonpane

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.