Va al campione in carica il secondo appuntamento della Verizon IndyCar Series svoltosi sul Phoenix International Raceway. Il pilota del team Penske è stato abile nelle strategia quanto deciso nell'attacco, a tre giri dal termine, sullo splendido Robert Wickens che è salito sul podio insieme ad Alexander Rossi. Ottima la rimonta di Scott Dixon, quarto al traguardo, mentre hanno deluso sia Sebastian Bourdais sia Will Power, con quest'ultimo ritiratosi per un contatto con le barriere. Prossimo appuntamento già tra sette giorni con il Gp di Long Beach.

La cronaca. La gara si è decisa nella fase finale quando un fin lì ottimo Ed Jones ha causato la seconda ed ultima caution di giornata: Josef Newgarden, come un pò tutti i big, ne ha aprrofittato per rientrare ai box e montare un set di gomme fresche e lanciarsi all’inseguimento di Robert Wickens, Alexander Rossi e James Hinchcliffe rimasti in pista. Sono bastati solamente tre giri al campione in carica per raggiungere il rookie canadese e superarlo con una manovra decisa e spettacolare all’esterno.

Delusione per il poleman Sebastian Bourdais: incappato in una penalità durante la sua sosta ai box non è riuscito a risalire la classifica terminando con un anonimo tredicesimo posto. Gara anonima anche per Simon Pagenaud, che ha chiuso solamente decimo ma dopo una gara priva di acuti e un drive trought per un unsafe release nel corso del proprio pit, e per Will Power, in testa per buona parte della gara ma poi ritirato per un contatto contro le barriere. Chi può sorridere è sicuramente Scott Dixon quarto sotto la bandiera a scacchi dopo una strepitosa rimonta dal fondo dello schieramento. Chiudono la top 10 Ryan Hunter-Reay (5°), James Hinchcliffe (6°), Ed Carpenter (7°), Tony Kanaan (8°) e Graham Rahal (9°).

Con la vittoria di Phoenix Josef Newgarden conquista la vetta della classifica con 77 punti, seguito da Alexander Rossi a 72 (l’unico pilota ad aver chiuso sempre nella Top 3) e da Sebastien Bourdais a 70 con la serie che sarà in pista già dalla prossima settimana sul tracciato di Long Beach per il Toyota Grand Prix.

Vincenzo Buonpane

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.