Petit Le Mans
Foto: twitter Road Atlanta

Dopo aver incoronato Gunn/De Angelis (Heart of Racing/Aston Martin #23) campioni della WeatherTech Sprint Cup al VIR, l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship si appresta a vivere la Petit Le Mans, tradizionale chiusura del campionato. Road Atlanta si prepara per una 10h da non perdere con 43 in pista, suddivise come sempre in Dpi, LMP2, LMP3, GTLM e GTD.

DPI: WTR vede il titolo, Action Express ci crede

Mancano ancora 10h al termine del campionato ed il titolo non è ancora vinto dall’Acura #10 di WTR. Ricky Taylor/ Filipe Albuquerque, accompagnati da Alexander Rossi, hanno al momento 3071 punti dopo il quarto posto in quel di Long Beach, manifestazione vinta da Felipe Nasr/Pipo Derani (Action Express #31).

Il duo brasiliano, in difficoltà ad inizio stagione, ha recuperato sull’Acura e si colloca in seconda piazza con 3052 punti, un gap colmabile visti gli oltre 300 punti in palio tra qualifiche e gara. Potrebbe esserci anche un gioco di squadra in Georgia vista la presenza in pista della seconda auto di Action Express Cadillac con Jimmie Johnson/Simon Pagenaud/Kamui Kobayashi #48.

Vedremo in pista questo sabato per l’ultima volta la Mazda nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. La vettura di Multimatic conferma il proprio equipaggio con Oliver Jarvis/Jonathan Bomarito/Harry Tincknell #55, mentre non vi sarà nessuna auto extra per Chip Ganassi Racing che dal 2022 porterà in pista due Cadillac. Rengen van der Zande/Kevin Magnussen #01 si preparano per l’ultima corsa insieme visto l’impegno del danese con Peugeot a partire dalla prossima stagione.

Occhi puntati sui francesi Loic Duval/Tristan Vautier/Sebastien Bourdais (JDC-Mustang Sampling Racing #5), vincitori in primavera di una pazzesca 12h di Sebring. La Petit Le Mans potrebbe regalare il primo acuto nella categoria per l’Acura di Meyer Shank Racing with Curb-Agajanian che al momento vanta un secondo ed un terzo posto, rispettivamente in quel di Sebring e nella 6h del Glen.

Dane Cameron/Juan Pablo Montoya/Helio Castroneves #60 si alterneranno al volante della seconda ARX-05 in pista. Non ritroveremo il francese Oliver Pla che è stato rimpiazzato per l’ultima competizione stagionale.

LMP2: Passerella finale per Mikkel Jensen/Ben Keating #52

Mikkel Jensen/Ben Keating sono pronti a festeggiare il titolo per quanto riguarda la classe LMP2. Saranno 5 le auto iscritte alla seconda categoria riservata ai prototipi contro le 3 che solitamente abbiamo visto nel campionato.

Dwight Merriman/Kyle Tilley/Ryan Dalziel #18, primi a gennaio nella Rolex 24 at Daytona, tornano nella serie insieme ad United Autosports che conferma Guy Smith/Jim McGuire/Wayne Boyd #22, terzetto che ha corso la 6h del Glen

LMP3:Riley Technologies vs CORE autosport per il titolo

Riley Technologies e CORE autosport si sfidano per il titolo LMP3 alla Petit Le Mans. Gar Robinson/Felipe Fraga #74 (Riley) guidano la classifica generale con 50 punti di margine su Jon Bennett/Colin Braun #54 (CORE autosport).

Tante novità alla vigilia dell’appuntamento georgiano. Josh Skelton/Neveen Rao/Mattwiew Bell debuttano con WIN Autosport #11, mentre torna Andretti con Jarett Andretti/Oliver Askew/Josh Burdon #36. Occhi puntati anche su United Autosports con un temibile equipaggio composto da Niklas Kruetten/Tom Gamble/Andrew Meyrick

GTLM: una gara che chiude un’era

La Petit Le Mans 2021 sarà l’ultima competizione della storia per quanto riguarda la GTLM. Corvette, BMW e Porsche si dividono il successo in Georgia, una pista in cui tutto può succedere. Resta ancora da assegnare il titolo della Michelin Endurance Cup, mentre per il campionato tutto è già stato deciso dopo la prova del VIR.

Antonio Garcia/Jordan Taylor #3 dovranno infatti semplicemente iniziare l’evento per diventare automaticamente campioni. I vincitori della Rolex 24 at Daytona sfidano la gemella #4 di Nick Tandy/Tommy Milner #4 che si è imposta nelle ultime tre manifestazioni.

Porsche si prepara a dare battaglia con due auto, una in più rispetto al solito. WeatherTech/Proton Competition inseguono la seconda gioia nelle prove di durata dopo la clamorosa affermazione alla Sebring 12h. Cooper MacNeil/Mathieu Jaminet/Matt Campbell #79 sono presenti sulla prima auto, mentre Fred Mako/Michael Christensen/Kevin Estre si alterneranno sulla gemella #97.

Per l’ultima prova della storia della GTLM attenzione anche alla BMW che rientra con i confermati John Edwards/ Augusto Farfus/Jesse Krohn #24 e Connor De Phillippi/Philipp Eng/Bruno Spengler #25.

GTD: sfida finale per il titolo, tutti contro Porsche

Sono ancora quattro le vetture il lizza per il titolo nella GTD. Lo spettacolo è assicurato nella Petit Le Mans dopo una tiratissima prova al VIRginia International Raceway. Zach Robichon/Laurens Vanthoor (Pfaff Motorsport/Porsche #9) sono al comando della classifica grazie al successo del VIR ed ad altre tre affermazioni all’attivo (Sebring/Road America/Long Beach).

I canadesi hanno 2938 punti all’attivo contro i 2888 di Bryan Sellers/Madison Snow (Paul Miller Racing/Lamborghini #1) ed i 2761 di Ross Gunn/Roman De Angelis #23 (Heart of Racing/Aston Martin #23), freschi campioni della WeatherTech Sprint Cup. Occhi puntati anche sulla Porsche #16 di Wright Motorsport con Trent Hindman/Patrick Long #16, quarti con 2659 punti.

Rientra in GTD la Mercedes #57 del Winward Racing, squadra che ha vinto a gennaio la Rolex 24. Russel Ward/Maro Engel/Philip Ellis tornano in azione in vista di un possibile impegno a tempo pieno per la prossima stagione.

Cambio equipaggio in vista per Vasser Sullivan. La squadra legata a Lexus insegue la prima gioia nel 2021 con Zach Veach/Frank Montecalvo/Robert Megennis #12 e Jack Hawksworth/Aaron Telitz/Kyle Kirkwood #14.

Torna nell’IMSA la McLaren grazie all’Inception Racing che si prepara al debutto nella categoria. La formazione britannica schiera per l’occasione una McLaren 720S GT3 con Ollie Millroy/Brendan Iribe/ Ben Barnicoat.

Appuntamento venerdì alle 21.35 con le qualifiche, mentre la Petit Le Mans 2021 scatterà alle sabato alle 18.00 italiane e sarà trasmessa come sempre su IMSA.com.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.