IMSA 2021

Sono parecchie le novità in arrivo nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship: la serie statunitense riservata alle GT ed ai prototipi ha modificato il regolamento per le qualifiche, introdotto la classe delle LMP3 e reso noto il calendario 2021.

A differenza di quanto accade oggi, dal prossimo anno anche le qualifiche assegneranno punti per il campionato. 35 verranno assegnati a colui che conquisterà la pole-position, 32 al secondo, 30 al terzo e così via. Per intenderci, questo format è lo stesso sistema che attualmente è in vigore per le gare. Il cambio comporta dunque una modifica nell’assegnazione dei punti in ogni manifestazione. Essi saranno infatti lievitati rispetto agli attuali. Il vincitore ne prenderà 350, il secondo 320 e così via fino all’ultimo classificato. L’obiettivo, secondo il presidente John Doonan, è quello di incrementare lo spettacolo e rendere più entusiasmante l’intero week-end.

Nel 2021 il format per quanto riguarda le qualifiche delle classi LMP3 e GTD sarà differente rispetto a quello delle GTLM, LMP2 e DPi. Le due categorie citate svolgeranno infatti due turni. Nel primo i piloti non professionisti scenderanno in pista e si contenderanno la posizione sulla griglia di partenza, mentre nella seconda fase l’alto pilota di riferimento si contenderà i punti per il campionato. Due set di gomme, uno per sessione, verrà impiegato nelle due sessioni, due treni che dovranno essere impiegati in corsa.

Benvenute LMP3, restano le GTLM

Le LMP3, la classe di prototipi riservata ai non professionisti, entra ufficialmente nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. Come annunciato qualche settimana fa, la serie americana ha deciso di aggiungere una quinta classe alle DPi, LMP2, GTD e GTLM. Quest’ultima sembrava destinata a sparire per mancanza di adesioni, ma a quanto pare resterà. Corvette e BMW, dopo il ritiro nel 2020 di Porsche e nel 2019 di Ford, si contenderanno il trofeo 2021 in GTLM, una realtà che sembra avere il futuro segnato.

Le LMP3 verranno impiegate sulla griglia in occasione della 24h di Daytona Sebring, Mid-Ohio, Watkins Glen, Canadian Tire Motorsport Park, Road America ed al Michelin Raceway Road Atlanta.

Ligier Automotive, Ginetta, Duqueine Automotive (ex Norma) e ADESS sono eleggibili nell’IMSA WeatherTech, mentre non è ancora chiaro il regolamento per i piloti che vi parteciperanno. Le opzioni sul tavolo sono al momento prevedono l’unione di un pilota Bronzo con un altro classificato Argento o Oro. La seconda opzione vedrebbe invece la presenza in squadra di un pilota Bronzo/Argento di età inferiore ai 25 anni con uno Argento/Oro di età superiore ai 25 anni.

Un calendario che si rinnova nel 2021

La stagione 2021 dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship non si scosta molto da quello che la serie ci ha abituato nelle ultime annate. DPi, LMP2, GTLM, GTD ed LMP3 si sfideranno contemporaneamente sullo stesso tracciato in un campionato che prevede al proprio interno due delle corse di durata più prestigiose al mondo: la 24h di Daytona e la 12h di Sebring.

Queste due famose competizioni formeranno insieme alla 6h di Watkins Glen ed alla Petit Le Mans (10h di Road Atlanta) la Michelin Endurance Cup, mini serie di durata all’interno del campionato. Le altre 8 prove delle 12 previste si svolgeranno sulla canonica distanza delle 2h e 40, mentre a Long Beach (California) e Belle Isle (Detroit – Michigan) si correrà sull’ora e 40.

Come accaduto nelle ultime stagioni ricordiamo che in alcune prove non tutte le classi sono ammesse a tutti gli eventi. L’esempio più noto riguarda i due eventi riservati alle GT in quel del VIRginia International Raceway ed a Lime Rock Park.

Per quanto riguarda la GTD, la classe riservata alle GT3, è confermata la WeatherTech Sprint Cup. Sette prove comporranno questa speciale classifica che racchiude tutte le competizioni Sprint. Ricordiamo inoltre che le GTD, nell’evento di Belle Isle e quello del Canadian Tire Motorsport Park, non raccoglieranno punti per il campionato, ma esclusivamente per la Sprint Cup.

Il calendario 2021 nel dettaglio:

  1. 28-31 gennaio — Rolex 24 at Daytona (DPi, LMP2*, LMP3*, GTLM, GTD)
  2. 17-20 marzo — Mobil 1 Twelve Hours of Sebring (DPi, LMP2, LMP3, GTLM, GTD)
  3. 16-17 aprile— Long Beach (DPi, GTLM, GTD)
  4. 23-25 aprile — WeatherTech Raceway Laguna Seca (DPi, LMP2, GTLM, GTD)
  5. 14-16 maggio — Mid-Ohio Sports Car Course (DPi, LMP3, GTD)
  6. TBA — Detroit Belle Isle (DPi, LMP2, GTD**)
  7. 24-27  giugno— Sahlen’s Six Hours of The Glen (DPi, LMP2, LMP3, GTLM, GTD)
  8. 2-4 luglio — Canadian Tire Motorsport Park (DPi, LMP3, GTLM, GTD**)
  9. 16-17 luglio  — Lime Rock Park (GTLM, GTD)
  10. 6-8 agosto— Road America (DPi, LMP2, LMP3, GTLM, GTD)
  11. 20-22 agosto — Virginia International Raceway (GTLM, GTD)
  12. 6-9 ottobre — Motul Petit Le Mans (DPi, LMP2, LMP3, GTLM, GTD)

*LMP2, LMP3 races prendono punti per il campionato
** I punti sono validi esclusivamente per la IMSA WeatherTech Sprint Cup e non per il campionato

Leggi anche: IMSA | Acura si impone nella 6h di Road Atlanta

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.