ACURA Sports Car Challenge

Con l’ACURA Sports Car Challenge riprende l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. La serie americana riservata alle GT ed ai prototipi scende in pista in quel di Mid-Ohio per il settimo dei dodici atti previsti.

Dopo le emozioni della 6h di Road Atlanta, corsa che ha rimpiazzato al 6h del Glen, Acura e Mazda sono le favorite d’obbligo. Il team Penske e le due vetture schierate dal Multimatic sono senza dubbio le favorite in un circuito che nelle ultime due annate ha visto una netta superiorità sulle Cadillac. Ricordiamo infatti che, nelle due edizioni di questa corsa, Acura e Penske hanno monopolizzato la scena precedendo sotto la bandiera a scacchi le due Mazda. Castoneves/R. Taylor #7  e Cameron /Montoya #6, rispettivamente primi nel 2018 e nel 2019, si sfidano per un nuovo successo dopo la vittoria. L’Acura #7 insegue il terzo acuto in stagione dopo i successi a Road America ed a Road Atlanta.

Cadillac dovrà invece difendere la leadership nel campionato. Briscoe/van der Zande #10 (WTR) guida al momento la graduatoria con 4 lunghezze sulla coppia Bourdais/Barbosa #5 (JDC-Miller MotorSports) e cinque sulla Cadillac #31 di Action Express, affidata al duo Derani/Nasr.

Tutti all’attacco delle Corvette in GTLM, ma Porsche non ci sarà

In occasione del l’ACURA Sports Car Challenge di Mid-Ohio si riaccende la sfida in GTLM. Alla vigilia del round di Lexington spicca nell’entry list l’assenza di Porsche. La casa di Weissach ha deciso di non partecipare alla tappa americana e di concentrarsi nella 24h tedesca. Dopo la decisione di fermare i nove piloti ufficiali che avevano corso a Le Mans in seguito alla positività di tre membri della squadra, la compagine tedesca ha spostato Earl Bamber nella classica tedesca ed ha rinunciato alla competizione statunitense.

Ricordiamo che il neozelandese, campione insieme a Laurens Vanthoor della stagione passata, sarebbe stato l’unico dei quattro piloti a poter correre visto che non era presente nella maratona transalpina.

Lo spagnolo Antonio Garcia e l’americano Jordan Taylor sono i favoriti d’obbligo. La coppia della Corvette #3 guida la classifica con tre vittorie all’attivo in sei tappe svolte. Questo equipaggio svetta in campionato con 14 punti di gap sulla gemella #4 di Milner/Gavin, un margine considerevole a quattro appuntamenti dalla conclusione. BMW insegue con Edwards/ Krohn #24 e con De Philippi/Spengler #25, competitivi in Virginia e pronti a ravvivare una classe dove vi saranno solo 4 auto.

ACURA Sports Car Challenge, Lexus cerca il riscatto

Grande battaglia è attesa nella classe GTD. Nell’impianto che sorge in quel di Lexington (Ohio) lo spettacolo è assicurato nella realtà riservata alle GT3. Lexus, compagine che in cinque prove (Sebring Sprint non valeva nella lotta al titolo) si è affermata in due occasioni, si è dovuta arrende in Virgina all’attacco di Acura #86 di Farnbacher/McMurry. 

La coppia campione del 2019, a segno per la prima volta in questo 2020, cercherà in questo week-end il primo allungo in stagione. La costanza nelle prove disputate ha permesso all’auto del Meyer Shank Racing w/Curb-Ag di conquistare dopo il round del VIR la leadership in campionato.

Montecalvo/Bell #12 e Hawksworth/Telitz #14 rappresenteranno Lexus in Ohio con le due auto gestite dal AIM VASSER SULLIVAN. Lamborghini con il Paul Miller Racing #48 potrebbe inserirsi nella lotta al successo in un tracciato molto insidioso dove anche la BMW #96 di Foley/Auberlen del Turner Motorsport. Non ci sarà la Ferrari #63 di Scuderia Corsa. Cooper McNeil, proprietario della formazione, ha deciso di boicottare la tappa in Ohio per privilegiare il Ferrari Challenge USA, serie che lo vede in lotta per il titolo.

Appuntamento domenica sera alle 20.00 per 2h e 40 da non perdere. La diretta è garantita come sempre da IMSA.com.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.