Michèle Mouton, presidente della Commissione FIA ​​Women in Motorsport, è stata un’orgogliosa spettatrice al round di apertura della European Le Mans Series presso il tracciato del Paul Ricard, a testimonianza del completo sostegno della Commissione nei confronti della squadra femminile di Kessel Racing.




Michelle Gatting (26 anni, danese), Rahel Frey (32 anni, svizzera) e Manuela Gostner (34 anni, italiana) costituiscono il primo equipaggio interamente femminile a competere nella Serie e hanno impressionato nella 4 Ore di Le Castellet, con la conquista di un meritato secondo posto alla guida della Ferrari 488 nella propria categoria.

Dopo aver conquistato il quinto posto in griglia sui nove equipaggi LMGTE, Michelle Gatting – che ha portato la vettura alla bandiera a scacchi – ha dichiarato: “Questo è ciò che speravamo e sognavamo. Abbiamo sempre mirato a salire sul podio ed è successo; è stata davvero una strategia meravigliosa quella realizzata dalla Kessel Racing. Tutto il lavoro che abbiamo svolto durante i pit-stop e i cambi pilota hanno davvero dato i loro frutti e la vettura è stata fantastica fino agli ultimi tre giri quando è diventata un po’ difficile da guidare, con la foratura che avevo sul posteriore. Ma la macchina è stata fantastica e questo è solo grazie alla squadra, ognuno ha fatto un ottimo lavoro e il podio ci ha ripagato del buon lavoro”.

Dopo la prestazione costante in una gara ricca di azione, Rahel Frey ha aggiunto: “È incredibile! Abbiamo detto che salire sul podio era il nostro obiettivo ELMS, ma volevamo accumulare esperienza, non ci aspettavamo che accadesse così rapidamente. Siamo così felici ed è il momento migliore per dire grazie a tutto l’equipaggio di Kessel Racing e alla Commissione FIA Women in Motorsport. È stato fantastico avere qui Michèle Mouton e Cathy Muller, guidare così bene di fronte a loro mi rende orgogliosa”.

In conclusione, Manuela Gostner ha dichiarato: “Questo è il risultato di un grande lavoro di squadra per noi ragazze, ma soprattutto per tutti quelli che ci circondano, che ci appoggiano e lavorano con noi. Abbiamo un grande risultato, un onore aver conquistato il nostro primo podio in presenza di Michele Mouton, siamo orgogliose”.

Il  programma di partecipazione ai sei appuntamenti della ELMS è sostenuto da Deborah Mayer, imprenditrice, pilota GT e Team Manager, e fa parte di un progetto ancora più grande. L’equipaggio ha già conquistato uno degli ambiti posti nell’entry list 2019 per la 24 Ore di Le Mans, la più famosa gara di durata nel mondo. Quando i giochi inizieranno il 15 giugno, sarà la prima volta in dieci anni che un equipaggio tutto al femminile parteciperà all’evento sul leggendario Circuit de la Sarthe.

Fra meno di un mese si torna in pista: il secondo round della European Le Mans Series porterà l’equipaggio femminile di Kessel in Italia per la 4 Ore di Monza il prossimo 12 maggio.

Anna Mangione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.