8h Indianapolis
Foto: sito IGTC

Saranno ben 41 gli iscritti alla 8h di Indianapolis, secondo atto dell’Intercontinental GT Challenge powered by Pirelli. A differenza dello scorso anno, l’appuntamento statunitense ha riscosso un notevole successo con Mercedes, Lamborghini, Audi, Ferrari pronte a darsi battaglia con degli equipaggi di primo profilo.

Al comando della classifica generale c’è la Ferrari #51 di Alessandro Pier Guidi/Nicklas Nielsen/Côme Ledogar. I vincitori della 24h di Spa-Francorchamps, campioni nel Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS Endurance Cup 2021, approdano negli USA con una 488 GT3 schierata da AF Corse.

Ferrari vs Audi, un duello che si rinnova

Settimana scorsa abbiamo assistito al duello tra WRT #32 (Audi) ed Iron Lynk #51 (Ferrari) per il titolo Endurance del GT World Challenge Europe. La situazione si ripresenta nel mitico catino di Speedway con AF Corse che schiererà una seconda 488 GT3 affidata a Callum Ilott/Antonio Fuoco/Alessio Rovera oltre alla già citata #51.

Audi sarà presente ufficialmente con tre vetture, due affidate a WRT. Dries Vanthoor/Charles Weerts, campioni del GT World Challenge Europe Sprint Cup e ‘overall’, sono pronti a conquistare gli USA insieme al tedesco Christopher Mies. Attenzione anche a Robin Frijns/Nico Mueller/Mattia Drudi sulla seconda R8 di WRT, mentre
Chrisopher Haase/Markus Winkelhock/Patric Niederhauser si alterneranno sull’Audi #25 del Team Sainteloc Racing.

Lamborghini all’attacco con K-Pax Racing, occhi puntati su Mercedes

Lamborghini cerca conferme dopo aver dominato il Fanatec GT World Challenge America powered by AWS. K-PAX Racing farà affidamento su Corey Lewis/Giovanni Venturini/Marco Mapelli #6 e Jordan Pepper/Andrea Caldarelli/Mirko Bortolotti #3, equipaggi che non hanno bisogno di presentazioni.

Occhi puntati anche su Mercedes con i francesi di AKKA-ASP e gli asiatici di Craft-Bamboo Racing, rispettivamente con Raffaele Marciello/ Daniel Juncadella/Timur Boguslavskiy #89 e Maro Engel/Luca Stolz /Jules Gounon #99.

In pista anche altre AMG ‘locali’ schierate da Winward direttamente dal GT World Challenge America. Russell Ward /Philip Ellis/Marvin Dienst si alterneranno sulla Mercedes #33 in Silver Cup, mentre in PRO-Am segnaliamo la presenza di Kenny Habul/Martin Konrad/ Mikael Grenier con SunEnergy1 Racing #75.

BMW prova a confermarsi, Porsche si affida a Wright Motorsport

BMW ha dominato la prima edizione ed è pronta a confermarsi con Turner Motorsport, formazione che ha corso nel GT World Challenge America e che solitamente milita anche nell’IMSA WeartherTech SportsCar Championship. Michael Dinan/Robby Foley/Connor De Phillippi saranno gli alfieri della M6 #96, auto che può essere considerata tra gli outsider di lusso per la vittoria.

Porsche punta le proprie carte in Silver Cup, un peccato visto gli iscritti nella classe regina. Fred Poordad/Jan Heylen/Max Root saranno presenti con Wright Motorsport #20, team che ha partecipato a tempo pieno al GT World Challenge America 2021.

Appuntamento a domenica dall’Indianapolis Motors Speedway per una prova da non perdere sulla distanza delle 8h.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.