In questo weekend motoristico andremo ad assistere alla gara inaugurale della dodicesima stagione dell’International GT Open, la serie creata e gestita da Jesus Pareja, dedicata alle vetture GT3. I nomi di spicco che scenderanno in campo sul circuito portoghese dell’Estoril saranno molti, sia per quanto riguarda i piloti che le case impegnate: quest'ultime infatti saranno ben nove.

Anche se la ricetta è sempre la stessa: circuiti famosi e rigorosamente europei, campionato articolato su sette prove ed una buona copertura televisiva. Il campionato 2017 lo possiamo definire come una piccola rinascita, soprattutto vedendo la qualità dei driver impegnati e la griglia molto eterogenea a livello di case rappresentate.

Infatti la classe delle GT3, da sempre la più affollata nel panorama endurance internazionale, vede numerosi campionati che, molto spesso, si “rubano” a vicenda i partecipanti: per questo, a ragione veduta, il GT Open si può classificare a metà tra le varie serie nazionali ed il più blasonato Blancpain costituendo, così, un’ottima serie propedeutica o un’alternativa più economica a quest’ultimo.

Le divisioni delle classi sono le medesime, a seconda dell’esperienza e del palmares dei piloti in particolare: l’Am esclusivamente dedicata a piloti di classe Bronze, la Pro-Am con un abbinamento tra un Bronze ed un Gold o un Silver, mentre la classe Pro riservata ai piloti più esperti Silver e Gold.

Il campionato si vede orfano del team e della coppia campione in carica, con il Lazarus Orange 1 spostatosi nel Blancpain con il suo alfiere Crestani, così il bravo Thomas Biagi sarà chiamato a difendere lo scettro con il nuovo coequiper Giovanni Venturini sempre a bordo della Lamborghini Huracán; ma questa volta Imperiale Racing preparerà anche un’altra vettura per la forte coppia Vito Postiglione-Andrea Fontana (vincitore del LiveGP Award 2016).

Le vetture del Toro saranno rappresentate anche dal FFF Racing Team, con l’ex F1 Tonio Liuzzi assieme a Hiroshi Hamaguchi, e dal Ratón Racing con Edoardo Liberati-Ling Kang, oltre ad un probabile ingresso a campionato in corso della Antonelli Motorsport.

La muta Ferrari, numerosa in queste ultime edizioni, sebbene ridimensionata sarà rappresentata dal team di Amato Ferrari che farà correre sotto le insegne Af Corse l’equipaggio Cioci-Perazzini e da Ramos-Mac coi colori Spirit of Race, mentre nella classe Pro-Am saranno della partita il team inglese FF Corse con Mowlem-Dunbar e l’SFRacing di Andrea Caldarelli col gentleman Fu Songyang.

Il Solaris Motorsport porterà in pista l’unica Aston Martin con la coppia Sini-Calamia: il team che è stato chiamato ad un vero e proprio tour de force per ricostruire la Vantage dopo l’incidente dei test collettivi al Paul Ricard. A rappresentare le Mercedes Amg ci saranno diversi team: i più quotati per la vittoria assoluta saranno lo Sport&You che schiera due equipaggi (Silva-Coimbra e Basso-Figueiredo), il Drivex School con i brasiliani Khodair-Hahn e la new entry SPS Automotive Performance con Pierburg-Onslow Cole.

La BMW sarà rappresentata dal suo “braccio armato” Teo Martin con Rueda-Bouveng e Barreiro-Guedes nella Am, mentre nella Pro Lourenco Beirao sarà affiancato da Antonio Felix Da Costa e Tiago Monteiro. La McLaren sarà rappresentata da due team, entrambi nella classe Pro-Am: rispettivamente il Garage59 con Ledogar-West e Tappy-Benham, ed il Balfe Motorsport con lo stesso Balfe assieme a Rob Bell.

Quest’anno farà l’esordio nel Gt Open anche la Bentley nella classe Am con il Jordan Racing: a guidare la Continental saranno Witt-Stockton. Anche l’unica Porsche correrà nella categoria Am con il team di Antonio Noguera, ma ancora non sono noti i piloti.

Sicuramente la vettura più attesa sarà la Lexus RC-F GT3 che farà il suo esordio proprio sul circuito portoghese per poi affrontare tutto il campionato come stagione di test in vista di un ingresso maggiore nel panorama europeo delle GT3: l’impegno sarà seguito da due team semi ufficiali quali il Farnbacher Motorsport con la coppia Dominik Farnbacher-Mario Farnbacher e l’Emil Frey Lexus Racing con Costa-Frommenweiler.

Gli ingredienti per un campionato avvincente ed incerto fino all’ultimo ci sono tutti e, a rendere la sfida più interessante, ci saranno i tanti nomi italiani tra team e piloti, tutti di un certo spessore motoristico: la tappa italiana del GT Open sarà il 30 settembre-1 ottobre a Monza.

Inernational GT Open calendario 2017:
 
30 aprile – Estoril 
28 maggio – Spa-Francorchamps 
11 giugno – Paul Ricard 
2 luglio – Hungaroring 
3 settembre – Silverstone 
1 ottobre – Monza 
29 ottobre – Barcellona 

International GT Open 2017 Entry list:

Aston Martin Vantage GT3
Solaris Motorsport: Mauro Calamia-Francesco Sini

Lamborghini Huracán GT3
Imperiale Racing: Thomas Biagi-Giovanni Venturini; Andrea Fontana-Vito Postiglione
Ratón Racing: Edoardo Liberati-Kang Ling
FFF Racing Team by ACM: Hiroshi Hamaguchi-Vitantonio Liuzzi

Ferrari 488 GT3
SF Racing: Andrea Caldarelli-Fu Songyang
AF Corse: Marco Cioci-Piergiuseppe Perazzini
FF Corse: Ivor Dunbar-Johnny Mowlem
Spirit of Race: Mikkel Mac-Miguel Ramos
 
Bentley Continental GT3
Jordan Racing: Chris Stockton-Jordan Witt
 
MercedesAMG GT3
Sports and You: Marcio Basso-Nonô Figueiredo; António Coimbra-Luis Silva
Drivex School: Marcelo Hahn-Allam Khodair
SPS Automotive Performance: Tom Onslow-Cole-Valentin Pierburg
MS Racing: Alexander Hrachowina-Martin Konrad

Porsche 997 GT3R
António Nogueira: António Nogueira-?

McLaren 650S GT3
Balfe Motorsport: Shaun Balfe-Robert Bell
Garage59: Michael Benham-Duncan Tappy; Côme Ledogar-Alexander West

BMW M6 GT3
BMW Team Teo Martín: Lourenço Beir?o-António Félix da Costa-Tiago Monteiro; Filipe Barreiros-Francisco Guedes; Victor Bouveng-Fran Rueda

Lexus RCF GT3
Emil Frey Lexus Racing: Albert Costa-Philipp Frommenwiler
Farnbacher Racing: Dominik Farnbacher-Mario Farnbacher

Michele Montesano

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.