Dopo il terzo posto conquistato in gara-1, Mitch Evans è salito nuovamente sul podio di Monza, ma questa volta da vincitore della Sprint Race. Il pilota neozelandese, nell’ottavo weekend stagionale della GP2 Series, è subito partito bene portandosi in poche tornate alle spalle di Pic in seconda posizione. Per buona parte della corsa non è mai sembrato in grado di poter attaccare l’avversario finché, all’ultimo giro, grazie anche al degrado delle coperture, i tre piloti di testa si sono riavvicinati ed Evans ha avuto la meglio su Pic e Vandoorne. Proprio il pilota belga è stato autore di un’altra bella prestazione, che gli permette di incrementare il vantaggio nei confronti di Rossi, quest’ultimo ritirato dopo essere stato tamponato da Visoiu. Alle spalle dei primi tre, invece, si è posizionato Richie Stanaway, che non è riuscito a tenere il passo necessario per salire sul podio, mentre in quinta posizione si è piazzato Sergey Sirotkin, protagonista di una rimonta a suon di sorpassi. Sesto Sergio Canamasas, seguito da Raffaele Marciello, che partito dalla quindicesima piazza, ha recuperato diverse posizioni ed ha conquistato due punti sul tracciato di casa. Ha chiuso in zona punti anche Renè Binder, seguito da Artem Markelov e Julian Leal, che rientrano in top ten. Nel dopo-gara, sono arrivate anche le penalità per Markelov, Visoiu e King.

Cronaca. Partenza molto movimentata con King che perde alcune posizioni e danneggia l’ala anteriore mentre Pic si issa al comando seguito da Stanaway. Alla prima curva è già lotta in mezzo al gruppo e si verifica subito il ritiro di Nato che, dopo una partenza spettacolare, è fermo al lato della pista col motore in fumo. Dopo qualche giro si fa notare anche Evans, che si porta in seconda posizione superando Stanaway, il quale perde ritmo e viene superato anche da Vandoorne. Al settimo passaggio Rossi e Visoiu, in lotta tra loro, si toccano e sono costretti al ritiro, chiamando in pista la safety car. La corsa diventa sempre più movimentata col passare dei giri, ed in lotta per la top ten c’è anche Marciello, che però deve subire l’attacco di Sirotkin, ma rimane in lotta con Cecotto e Haryanto. Ancora spettacolo con il pilota italiano che supera Leal e si avvicina a Sirotkin. All’ultimo giro anche davanti a tutti la situazione si modifica con Evans che scavalca Pic e va a vincere la Sprint Race.

Classifica piloti:

1.Vandoorne 261; 2.Rossi 153; 3.Sirotkin 115; 4.Haryanto 109; 5.Evans 89 5.Lynn 86; 7.Gasly 65; 8.Marciello 60; 9.Pic 57; 10.Matsushita

Carlo Luciani

{jcomments on}

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.