Dopo quasi un mese di pausa, anche la GP2 Series è tornata in pista sul circuito di Sepang, in Malesia, per il penultimo appuntamento stagionale, in attesa del finale di Abu Dhabi tra due mesi. La situazione ai vertici sembra essere sempre la stessa, con i due piloti del team Prema sempre al comando. Già nelle prove libere di ieri Pierre Gasly si era imposto sul compagno di squadra Antonio Giovinazzi, ed anche nelle qualifiche la storia si è ripetuta.

Il pilota di scuola Red Bull, con il tempo di 1:42.181, ha fatto segnare la pole position che gli consentirà di partire dal palo nella Feature Race di domani. Dopo aver fatto segnare il suo tempo migliore già nella prima parte della sessione, il francese è stato poi protagonista di un testacoda, che ha avuto come unica conseguenza l’interruzione di un altro giro veloce. Poco male, perchè nessuno è stato più in grado di togliergli il primato: nemmeno il suo compagno di squadra Antonio Giovinazzi, che è riuscito a portarsi a meno di un decimo di secondo dal leader, ma mai a raggiungerlo e superarlo.

Se ne vedranno delle belle già in partenza, con i due principali candidati al titolo appaiati in griglia, che di certo cercheranno di portare a casa una vittoria, e magari un’altra doppietta per il team Prema, ormai prima forza del campionato. Non starà a guardare nemmeno Raffaele Marciello, che scatterà invece dalla terza casella, ed avrà modo quindi di dare fastidio a chi lo precede, magari puntando ad un trionfo, che quest’anno tarda ad arrivare nonostante i buoni risultati finora ottenuti.

Sempre in seconda fila, ad affiancare il pilota italiano, ci sarà Sergey Sirotkin, staccato di soli due millesimi di secondo dal rivale. Il russo, dato dai pronostici come favorito per il titolo, è stato protagonista di una stagione altalenante e quindi cercherà di fare bene nelle ultime corse stagionali, cercando di ridurre al minimo il gap dalla vetta della classifica piloti. Dalla quinta posizione partirà proprio il suo compagno di squadra Nobuharu Matsushita, affiancato da Alex Lynn, con la prima delle monoposto DAMS.

Quarta fila tutta a disposizione dei piloti Racing Engineering, con Norman Nato davanti a Jordan King per pochi millesimi. Chiudono la top ten Oliver Rowland, al volante di una delle vetture del team MP Motorsport, e Artem Markelov, compagno di Marciello in Russian Time. Solo undicesimo Luca Ghiotto, che aveva fatto segnare lo stesso identico tempo di Markelov, ma che partirà alle spalle del russo per l’ordine in cui è stato compiuto il giro. Quindicesimo Johnny Cecotto, al rientro nella categoria al posto di Jimmy Eriksson, che ha lasciato il team Arden. Il via della gara alle 5:45 italiane.

GP2 SERIES – Schieramento di partenza Gara-1:

Pierre Gasly – Prema – 1’42″181
Antonio Giovinazzi – Prema – 1’42″263

Raffaele Marciello – Russian Time – 1’42″526
Sergey Sirotkin – ART – 1’42″528

Nobuharu Matsushita – ART – 1’42″623
Alex Lynn – Dams – 1’42″775

Norman Nato – Racing Engineering – 1’42″800
Jordan King – Racing Engineering – 1’42″851

Oliver Rowland – MP Motorsport – 1’42″902
Artem Markelov – Russian Time – 1’42″934

Luca Ghiotto – Trident – 1’42″934
Nicholas Latifi – Dams – 1’43″130

Gustav Malja – Rapax – 1’43″224
Marvin Kirchhofer – Carlin – 1’43″290

Johnny Cecotto – Rapax – 1’43″385
Mitch Evans – Campos – 1’43″606

Nabil Jeffri – Arden – 1’43″761
Daniel De Jong – MP Motorsport – 1’43″965

Sergio Canamasas – Carlin – 1’43″977
Sean Gelael – Campos – 1’44″087

Patric Armand – Trident – 1’44″578

Carlo Luciani

 

{jcomments on}

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.