Sono soltanto tre i punti che adesso separano Pierre Gasly dalla leadership del campionato GP2, alla vigilia dell'utlima main race della stagione. Al termine delle qualifiche di Abu Dhabi, il francese del team Prema ha infatti conquistato una fantastica pole position, segnando anche il nuovo record sul giro nella categoria e riducendo al minimo il gap nei confronti del suo compagno e principale avversario nella lotta al titolo Antonio Giovinazzi, che scatterà soltanto dalla terza fila.

Una grandissima prestazione questa del francese, sceso subito molto determinato in pista sfruttando al meglio un momento di scarso traffico, che gli ha consentito di segnare il tempo di 1:47.476, in seguito mai più avvicinato da nessun avversario. Molto competitivo anche Sergey Sirotkin, distante tre decimi dal poleman, ma comunque in grado di ottenere un’ottima seconda piazza al volante della monoposto del team ART Grand Prix. Il russo, ormai fuori dai giochi per la corsa al titolo, ha dato il meglio di sé e domani cercherà di confermare quanto fatto di buono quest’oggi per dimostrare tutto il suo valore.

Terza posizione per il sorprendente Artem Markelov, che proprio nel finale è riuscito a staccare un ottimo tempo che domani gli permetterà di partire dietro al suo connazionale. Sempre in seconda fila, ma con il quarto tempo, Nobuharu Matsushita, che al via della Race-1 sarà dunque negli scarichi del suo compagno di squadra, alla guida dell’altra ART Grand Prix. Il giapponese, inoltre, con un distacco di mezzo secondo da Gasly, è stato l’ultimo dei piloti a scendere sotto la bandiera dell’1:48.

Quinto posto per Oliver Rowland che, dopo essersi portato al secondo posto a metà sessione, è stato superato dai suoi avversari e quindi scatterà dalla terza fila, dove ad affiancarlo ci sarà Antonio Giovinazzi. Davvero un peccato per il pugliese, penalizzato dalle bandiere gialle nel corso del primo tentativo e dal traffico nel finale, proprio quando aveva realizzato la migliore prestazione personale nel T1. Ad ostacolare il pilota del team Prema è stato Luca Ghiotto, per il quale è in arrivo una penalità in griglia. Avrà quindi molto da sudare il leader del campionato domani, costretto ancora una volta ad una rimonta, questa volta più che mai decisiva per l’assegnazione del titolo.

Quarta fila per Norman Nato, con la prima delle vetture del team Racing Engineering, e Raffaele Marciello, soltanto ottavo e lontano quasi mezzo secondo dal compagno di squadra Markelov. Un weekend fino a questo momento difficile per l’italiano, paradossalmente ancora in cerca del primo trionfo nel corso della sua miglior stagione nella serie cadetta. Quinta fila per Alex Lynn, nono, e Mitch Evans, che chiude la top ten. Appuntamento domani alle 15:40 per una Feature Race tutta da seguire.

 

Driver
Team
Laptime
Laps
1.
Pierre Gasly
PREMA Racing
1:47.476
8
2.
Sergey Sirotkin
ART Grand Prix
1:47.804
9
3.
Artem Markelov
RUSSIAN TIME
1:47.901
11
4.
Nobuharu Matsushita
ART Grand Prix
1:47.997
10
5.
Oliver Rowland
MP Motorsport
1:48.130
10
6.
Antonio Giovinazzi
PREMA Racing
1:48.288
11
7.
Norman Nato
Racing Engineering
1:48.307
10
8.
Raffaele Marciello
RUSSIAN TIME
1:48.368
11
9.
Alex Lynn
DAMS
1:48.524
10
10.
Mitch Evans
Pertamina Campos Racing
1:48.559
10
11.
Jordan King
Racing Engineering
1:48.712
10
12.
Luca Ghiotto
Trident
1:48.830
11
13.
Johnny Cecotto
Rapax
1:48.976
10
14.
Nicholas Latifi
DAMS
1:49.075
9
15.
Gustav Malja
Rapax
1:49.206
10
16.
Sergio Canamasas
Carlin
1:49.779
11
17.
Philo Paz Armand
Trident
1:49.950
11
18.
Nabil Jeffri
Arden International
1:50.135
11
19
Sean Gelael
Pertamina Campos Racing
1:50.233
11
20.
Louis Delétraz
Carlin
1:50.234
12
21.
Daniël de Jong
MP Motorsport
1:50.276
11
22.
Emil Bernstorff
Arden International
1:50.470
11 

 

Carlo Luciani

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.