Svetta la Ferrari di Sebastian Vettel al termine della seconda sessione di prove libere al Red Bull Ring, dove domenica si disputerà l’ottava prova del Mondiale 2015. Dopo aver saltato l’intera sessione del mattino a causa di un problema al cambio, il tedesco è riuscito a mettersi alle spalle la concorrenza nell’ora e mezza pomeridiana, anche se i guai di affidabilità non sembrano essersi risolti sulla sua SF15-T. Vettel, infatti, è stato costretto a terminare in anticipo la propria sessione a causa del ripresentarsi di un problema alla trasmissione, attualmente in fase di analisi da parte dei tecnici del Cavallino. L’auspicio è che questo guaio possa essere risolvibile senza la necessità di dover cambiare tale componente, che altrimenti comporterebbe una penalità di cinque posizioni sulla griglia di partenza.

In ogni caso, sull’insidioso tracciato austriaco (dove sono state innumerevoli le escursioni sulle ampie vie di fuga), il tedesco ha girato in 1’09”600, mettendosi davanti alla Mercedes di Nico Rosberg per soli 11 millesimi. Dietro di loro, Raikkonen (+0.260) e Maldonado su una Lotus piuttosto pimpante (+0.314), seppur autore di un fuoripista sulla ghiaia nel finale alla curva 3. Solo quinto Lewis Hamilton, a poco più di mezzo secondo dalla vetta: da sottolineare però che durante la simulazione di qualifica con la mescola supersoft, il campione del mondo in carica non sia riuscito a mettere assieme nemmeno un giro buono, rendendosi protagonista di una sbavature alla prima staccata che non gli ha consentito di risalire la classifica.

Prestazioni apparse comunque più livellate del solito tra le varie scuderie nelle simulazioni di qualifica, complice anche il tracciato che risulta essere il più breve del campionato dal punto di vista della percorrenza sul giro.

Discorso diverso, invece, per quanto riguarda la simulazione di gara. In questo caso, come sempre, a fare da padroni sono state le Mercedes e le Ferrari: i due top team sono apparsi vicinissimi nelle prove di Gran Premio, con distacchi tra loro pressoché inesistenti. Soprattutto Kimi Raikkonen, come spesso gli accade nella giornata di Venerdì, è stato il pilota più costante nei tempi sul giro.Segnali di risveglio anche da parte della Williams, che ha mostrato di avere un passo paragonabile ai diretti rivali su un circuito nel quale l’anno scorso monopolizzò la prima fila.

Da segnalare ancora il calvario in casa McLaren, con Button e Alonso in grado di precedere solo le Manor e costretti a rimanere a lungo ai box anche durante la seconda sessione: lo spagnolo dovrà tra l’altro scontare 20 posizioni di penalità sulla griglia, avendo montato la quinta Power unit stagionale ed avendo “sforato” il limite stagionale anche in merito al turbo e all’MGU-H

Tutto rimandato a domani, allora, giornata in cui il meteo dice “pioggia”: un’incognita non da poco che potrebbe contribuire a rimescolare ulteriormente le carte.

GP Austria – Prove libere 2:

1. Sebastian Vettel (Ferrari SF15-T) – 1’09″600 – 28 giri
2. Nico Rosberg (Mercedes W06) – 1’09″611 – 50 giri
3. Kimi Raikkonen (Ferrari SF15-T) – 1’09″860 – 41 giri
4. Pastor Maldonado (Lotus E23-Mercedes) – 1’09″914 – 44 giri
5. Lewis Hamilton (Mercedes W06) – 1’10″137 – 49 giri
6. Nico Hulkenberg (Force India VJM08-Mercedes) – 1’10″160 – 49 giri
7. Romain Grosjean (Lotus E23-Mercedes) – 1’10″267 – 38 giri
8. Max Verstappen (Toro Rosso STR10-Renault) – 1’10″356 – 48 giri
9. Felipe Nasr (Sauber C34-Ferrari) – 1’10″495 – 39 giri
10. Sergio Perez (Force India VJM08-Mercedes) – 1’10″585 – 46 giri
11. Carlos Sainz (Toro Rosso STR10-Renault) – 1’10″631 – 50 giri
12. Daniil Kvyat (Red Bull RB11-Renault) – 1’10″686 – 48 giri
13. Marcus Ericsson (Sauber C34-Ferrari) – 1’10″744 – 30 giri
14. Valtteri Bottas (Williams FW37-Mercedes) – 1’10″746 – 34 giri
15. Felipe Massa (Williams FW37-Mercedes) – 1’11″011 – 42 giri
16. Fernando Alonso (McLaren MP4/30-Honda) – 1’11″517 – 17 giri
17. Daniel Ricciardo (Red Bull RB11-Renault) – 1’11″676 – 38 giri
18. Jenson Button (McLaren MP4/30-Honda) – 1’11″919 – 17 giri
19. Will Stevens (Manor 04-Ferrari) – 1’12″522 – 34 giri
20. Roberto Merhi (Manor 04-Ferrari) – 1’13″094 – 34 giri

Daniel Limardi

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.