La Formula 1 sbarca in Giappone, una terra dalle mille risorse e sfaccettature, contraddistinta da una storia millenaria che partendo dagli antichi templi si affaccia sul presente, grazie alle moderne megalopoli che le regalano un fascino unico e particolare. L'autodromo di Suzuka, che ospitò la prima edizione del Gran Premio nel 1987, è situato 50 km a sud della città di Nagoya. Esso è comodamente raggiungibile dalla stazione ferroviaria di Suzuka Circuit Ino Station (10-15 minuti a piedi dall'autodromo), la quale a sua volta è collegata direttamente con le città di Nagoya e Osaka.

La Formula 1 sbarca in Giappone, una terra dalle mille risorse e sfaccettature, contraddistinta da una storia millenaria che partendo dagli antichi templi si affaccia sul presente, grazie alle moderne megalopoli che le regalano un fascino unico e particolare. L’autodromo di Suzuka, che ospitò la prima edizione del Gran Premio nel 1987, è situato 50 km a sud della città di Nagoya. Esso è comodamente raggiungibile dalla stazione ferroviaria di Suzuka Circuit Ino Station (10-15 minuti a piedi dall’autodromo), la quale a sua volta è collegata direttamente con le città di Nagoya e Osaka.

L’impianto sorge nella periferia della città di Suzuka, ma raggiungere il centro risulta piuttosto agevole viste le medie dimensioni della stessa (200.000 abitanti). Si tratta di una città industriale avente un mix di abitanti provenienti dal resto del paese, e con una forte comunità brasiliana. Se poco al di fuori di essa è possibile visitare l’Osaka Quasi National Park, la città di Nagoya potrebbe essere una buona soluzione per soggiornare nei giorni del Gran Premio: con i suoi 8 milioni di abitanti, include musei, teatri, parchi e un caratteristico zoo.

La richiesta di biglietti per assistere alla gara è solitamente elevatissima: nei tempi d’oro della Honda si teneva addirittura un’estrazione tra tutti coloro che avevano fatto domanda per ottenere i ticket d’ingresso. Sono numerosi i punti dai quali è possibile ammirare le spettacolari curve dell’autodromo giapponese: dalla tribuna R, posta all’inizio del rettifilo principale e che consente anche una vista sulla chicane conclusiva, alle gradinate poste nei pressi della Spoon Curve, fino alle tribune G1 e G2 che affacciano sulla 130R, la curva più veloce dell’intero Mondiale.

Città: Suzuka

Stato: Giappone

Superficie: 194,67 km

Abitanti: 196.966

Per info e biglietti, clicca sulla bandiera sottostante:

 

La location:

 

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.