Incontro tra il primo cittadino della capitale ed il CEO della serie a vetture elettriche per valutare una futura gara nel Belpaese, ipotesi che era già stata ventilata nello scorso novembre. Se l'accordo dovesse andare in porto per la Formula E sarebbe un'ottima risposta alle recenti defezioni di Berlino e Bruxelles. Ma le incognite rimangono ancora numerose, prima che si concretizzi l'ipotesi di una gara nella Capitale.

Dopo la proposta Alemanno del 2012 (rivelatasi un nulla di fatto) e le dichiarazioni del vice-sindaco dell’attuale giunta comunale Daniele Frongia dei mesi scorsi, il sogno Formula E per l’Italia sembrava dovesse rimanere tale. E invece, senza nessun preavviso o avvisaglia, è stato lo stesso Campidoglio ad informare, attraverso un comunicato, lo svolgimento di un meeting tra Virginia Raggi, sindaca di Roma, l’assessore allo Sport e alle Politiche giovanili della capitale, Daniele Frongia, il presidente dell’Assemblea comunale, Marcello De Vito, il CEO del Campionato FIA di Formula E, Alejandro Agag, e il presidente di EUR Spa, Roberto Diacetti: tema al centro della discussione, per l’appunto, la possibilità che la Città Eterna ospiti un eprix, con probabile location il quartiere EUR.

Ovviamente, come per il passato, ci sarà da convincere i cittadini, soprattutto per gli inevitabili disagi che un evento del genere provocherebbe, ma il tutto potrebbe essere compensato dal rifacimento del manto stradale scelto per la gara e dall’installazione delle colonnine elettriche per la ricarica delle auto, senza dimenticare gli introiti economici e l’incremento inevitabile del turismo.

Che sia tutto già fatto non lo si può ancora dire, ma l’incontro di venerdì scorso tra i consiglieri e gli assessori del Municipio IX per discutere del progetto la dice lunga sulle reali intenzioni della Capitale. La quale potrebbe dunque presto essere sede di un altro evento di motorsport, dopo l’annuale Rally di Roma.

Vincenzo Buonpane

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.