Tante emozioni nell’E-Prix appena andato in scena a Santiago del Cile. Grande vittoria da parte del pilota BMW Maximilian Günther, arrivato dopo un bellissimo duello con Antonio Felix Da Costa proprio nei minuti conclusivi della gara. Il portoghese, dopo un’ottima rimonta dalla decima casella di partenza, è riuscito anche a portarsi in testa, ma nel corso dell’ultimo giro si è visto contrattaccare dal tedesco.




Colpi di scena e tante sportellate in questo terzo round stagionale della Formula E: la carreggiata stretta del circuito cittadino di Santiago non ha fermato i piloti, che si sono resi protagonisti di numerosi contatti. Diversi infatti i ritiri, tra cui spicca anche quello di Jean Eric Vergne, che dopo una rimonta fino alle prime posizioni è dovuto tornare ai box avendo accusato un cedimento all’ala anteriore, dovuto a diversi piccoli contatti.

Ad ogni modo il podio è stato completato da Mitch Evans, scattato dalla pole. Quarto posto per Pascal Wehrlein, seguito da Nyck De Vries, che ha chiuso però la gara al terzo posto ma è stato penalizzato di 5 secondi.

Sesto il compagno di squadra Stoffell Vandoorne, seguito da Lucas Di Grassi, scattato dal fondo, e James Calado. Gara difficile invece per Felipe Massa, soltanto nono dopo essere stato uno dei grandi protagonisti delle qualifiche. Ultimo posto in top ten per Sam Bird.

Cronaca. Evans mantiene il comando mentre Wehrlein si porta immediatamente alle sue spalle. Lotta accesa più indietro, con Jani costretto a rientrare ai box a cambiare il musetto dopo un contatto. Già nei primi minuti diversi piloti decidono di utilizzare l’attack mode e dopo poco si registra il ritiro di Sims. Diverse battaglie a centro gruppo, mentre Evans continua a dettare il passo davanti a Wehrlein. Bene i piloti Venturi, con Mortara che scavalca Turvey e Günther e si porta in terza posizione, mentre Massa è quinto. Passa pochissimo e Günther si riprende la posizione su Mortara sfruttando al meglio l’attack mode. Corsa molto equilibrata per le posizioni in zona punti, con Vergne che risale fino alla quinta posizione, mentre Massa e Da Costa sono in lotta alle sue spalle. Il brasiliano però non si guarda da De Vries, che lo supera e passa al settimo posto. A 23 minuti dalla fine si accende anche la lotta per la prima posizione, con Günther che prima passa Wehrlein e poi si porta al comando superando anche Evans. Grande gara da parte di Vergne, che passa anche Mortara e si porta a ridosso dei primi tre. Il campione in carica è in forma ed attacca Wehrlein, mentre Mortara viene passato prima da Da Costa e De Vries e poi in evidente difficoltà perde ancora altre posizioni prima di ritirarsi. Sfortuna poi per JEV, che accusa un cedimento all’ala anteriore e scende in sesta posizione e a 7 minuti dal termine si ritira. Va meglio invece al suo compagno di squadra che sul finale si porta in seconda posizione e va alla caccia di Günther. Il portoghese è velocissimo e si avvicina rapidamente, per poi sferrare un attacco deciso e portarsi al comando a soli 2 minuti dalla fine. Non è finita qui, perchè il tedesco rimane attaccato e si riprende la vittoria proprio all’ultimo giro.

Il prossimo appuntamento della Formula E si terrà a Città del Messico il 15 febbraio con la classifica che vede ora Vandoorne in testa con 38 punti davanti a Sims (35) e Bird (28).

Carlo Luciani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.