Con il secondo successo in carriera, il primo stagionale, Evans si pone al comando del mondiale
Con il secondo successo in carriera, il primo stagionale, Evans si pone al comando del mondiale

Quarto vincitore in quattro gare, è un copione già visto in Formula E: questa volta è toccato a Mitch Evans, al volante della sua Jaguar, trionfare nell’E-Prix di Città del Messico. Il neozelandese si è subito involato non lasciando più la leadership fino alla bandiera a scacchi. Secondo posto per Antonio Felix Da Costa, abile a sfruttare ogni occasione che si è palesata davanti alla sua DS Techeetah. Terzo posto per la Nissan e.dams di Sebastien Buemi, che raccoglie finalmente i primi punti della stagione. Doppio zero in casella per BMW e Mercedes.




La gioia di André Lotterer per la pole non è durata molto, il tedesco è stato infilato subito al pronti via da Evans. Come se non bastasse il pilota di casa Porsche, dopo un contatto, è scivolato mestamente nel retro della classifica. Il driver Jaguar ha subito iniziato a gestire la gara mettendo in riga i suoi avversari a partire da Nyck De Vries. L’olandese ha poi man mano perso terreno ed è stato infilato dall’esperto Buemi.

De Vries è sceso nel giro di poche tornate al quinto posto, Nico Müller ha provato ad attaccare il tedesco ma ha avuto la peggio, andando a sbattere e causando l’ingresso della Safety Car. Al restart la sfida è diventata un affare a tre fra Evans, Buemi e Lotterer risalito caparbiamente al terzo posto. Ottimo anche lo spunto delle due Virgin, con Sam Bird quarto seguito dal suo team-mate Robin Frijns. Proprio l’inglese ha sottratto la terza posizione ai danni di Lotterer. Il tedesco, a sua volta, è stato danneggiato perdendo nuovamente terreno. Ennesima gara sfortunata per Felipe Massa, costretto ad abbandonare la gara per i danni subiti all’anteriore sinistro.

Bird ha cercato di sfruttare al meglio l’Attack Mode per superare la Nissan di Buemi, ottenendo così il secondo posto. Nel mentre il tandem DS Techeetah Da Costa-Vergne ha provato in tutti i modi di issarsi in zona podio pressando oltremodo Buemi. Purtroppo i tecnici del team franco-cinese hanno calcolato male gli attimi, facendo scappare lo svizzero. Da Costa ha deciso di rompere gli indugi e, sfruttando la maggior carica residua della batteria, ha infilato perentoriamente Buemi il quale, a sorpasso appena subito, è arrivato lungo ,andando a sbattere con la sua macchina e rovinando una gara finora quasi perfetta.

Negli ultimi istanti è toccato a Stoffel Vandoorne salutare la compagnia dopo aver preso dei detriti e danneggiato visibilmente la sua monoposto. Il quarto posto è andato così al campione in carica Vergne, mai in grado di raggiungere le performance di Da Costa. Ottimo quinto posto per Alexander Sims, partito addirittura diciottesimo e autore di una gara importante in ottica campionato.

La classifica di campionato vede Evans in prima posizione con una sola lunghezza di vantaggio su Sims. Gradino più basso del podio occupato da Da Costa. La stagione di Formula E entra ora nel vivo: fra due settimane si correrà a Marrakech.

Leggi anche: FORMULA E | E-PRIX CITTÀ DEL MESSICO: LOTTERER CONQUISTA LA SUPERPOLE

Michele Montesano

Previous articleFormula E | E-Prix Città del Messico: Lotterer conquista la Superpole
Next articleMotomondiale | Il team Gresini Racing a sei stelle
Nato a Potenza nel 1989 (l’anno del primo cambio al volante della F1), studio ingegneria meccanica. Da sempre innamorato delle auto e tutto ciò che le riguarda, fin da piccolo leggevo contemporaneamente Topolino e… Autosprint. Sono un divoratore di notizie riguardo il motorsport qualunque esso sia: F1, Endurance o GT, cerco di informarmi fino allo spasimo. Nonostante abiti in Basilicata, una regione con poca attrazione per le competizioni motoristiche, cerco di vedere il più possibile gare dal vivo anche al costo di macinare chilometri. Amo soprattutto la tecnica e cerco di capire ogni singolo dettaglio di una vettura ed il suo funzionamento d’insieme, sia per quanto concerne l’aerodinamica che per il telaio e motore. Ferrarista dalla nascita ed Alfista da prima di patentarmi, adoro il modellismo sia statico che dinamico. Oltre alla passione per i motori nutro interesse per l’arte, l’architettura ed i fumetti di cui scrivo su artspecialday.com. Il mio sogno sarebbe fare e vivere di motorsport a 360 gradi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.