Aveva fatto velocemente il giro del mondo la clamorosa vicenda che ha riguardato Daniel Abt. Il pilota Audi è stato scoperto barare nell’ultima gara del torneo “Race at home” di Formula E disputatasi domenica. Dopo la squalifica dalla gara e la multa, è arrivata anche una pesante punizione dal team Audi. Il pilota tedesco, infatti, è stato sospeso a tempo indeterminato dalla squadra.

DOPO LA MULTA (E SQUALIFICA) DALLA FORMULA E ARRIVA ANCHE LA SOSPENSIONE PER ABT

A nulla erano servite le scuse del pilota di Kempten. Inflessibili si sono rivelati i commissari di gara che si sono costretti ad applicare una penalità non prevista dal regolamento. Forse era prevedibile che prima o poi un pilota assumesse il comportamento tenuto da Abt, ma forse non tanto da inserire qualcosa a riguardo nel regolamento. Ricordiamo che il tedesco si è fatto sostituire alla guida del proprio simulatore da un pilota professionista, Lorenz Hoerzing, punito a sua volta.

Due i fattori ad aver fatto insospettire piloti e addetti ai lavori, uno su tutti Stoffel Vandoorne, che aveva mosso già qualche dubbio durante la gara. Il pilota tedesco non aveva mai raggiunto risultati brillanti durante le gare precedenti della “Race at home”. Strano anche il fatto che la webcam di Abt risultasse spenta per tutta la gara, dove il pilota Audi era riuscito a concludere al terzo posto il Virtual Eprix, così come durante le celebrazioni per il podio. .

Duro il comunicato diramato in giornata da Audi, che ha annunciato la sospensione del pilota tedesco e lascia preludere anche una possibile punizione ancora più pesante: “Integrità, trasparenza e conformità alle regole sono le priorità per Audi.” – si legge nel comunicato – “Questo vale per tutte le attività in cui il marchio è coinvolto, senza eccezioni. Per questo motivo, Audi Sport ha deciso di sospendere Daniel Abt con effetto immediato.“

Ancora una volta comportamenti sbagliati nel mondo del virtuale fanno parlare e lasciano conseguenze. La vicenda di Daniel Abt non è la prima: il pilota Nascar Kyle Larson è stato licenziato dal proprio team dopo aver pronunciato parole blasfeme in diretta Twitch. Molte polemiche aveva creato anche l’incidente pilotato che aveva visti protagonisti Simon Pagenaud e Lando Norris durante un evento virtuale della Indycar.

LEGGI ANCHE: FORMULA E | RACE AT HOME: SQUALIFICATO ABT, SI È FATTO SOSTITUIRE DA UN SIM DRIVER

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.