Il weekend monzese dell’Italian F4 Championship powered by Abarth ha visto letteralmente dominare Mattia Drudi. Il giovane pilota riminese di Malta Formula Racing, infatti, ha vinto tutte e tre le manches andate in scena nel penultimo appuntamento stagionale del campionato. Per quanto riguarda la classifica generale, rimane naturalmente al comando il vincitore del campionato Lance Stroll con 331 punti, mentre al secondo posto balza proprio il dominatore del weekend brianzolo con 194 punti, scavalcando il milanese Andrea Russo salito a quota 180.

Gara-1. La prima curva vedeva arrivare davanti a tutti Maisano seguito da Drudi, Stroll e il debuttante Sennan Fielding. Alla prima variante Edi Haxhiu andava in testacoda dovendosi ritirare, mentre alla fine del primo giro un pericoloso contatto costringeva al ritiro il nuovo acquisto di DAV Racing, Leonardo Pulcini, Kasai e il debuttante Robert Shwartzman: inevitabile l’entrata in pista della Safety Car per rimuovere le monoposto incidentate. Dopo che la Safety Car era rientrata ai box, Stroll (che in precedenza aveva superato Drudi alla Roggia) ne approfittava subito per sorpassare Maisano e prendere la testa della gara. Russo attaccava Fielding in Seconda Variante, mentre si accendeva una vivace battaglia tra il debuttante inglese, Fontana e Drudi. Quest’ultimo superava Fielding per la quarta posizione, mentre nel tentativo di sorpasso su Stroll, Maisano saltava il cordolo uscendo di pista e facendosi e superare da Andrea Russo, che guadagnava così la seconda piazza. Poco dopo, il milanese del team Antonelli riusciva a prendere la testa della gara superando anche il canadese di PremaPower Team. Andava quindi in scena una spettacolare bagarre per il comando della gara, composta da Fielding, Drudi, Stroll, Maisano e Russo: ne usciva vincente Drudi, che tagliava per primo il traguardo davanti a Fielding, Maisano, Stroll e Russo (retrocesso poi di una pozione per un contatto con Fielding). Per quanto riguarda il podio, saliva sul gradino più alto Drudi seguito da Stroll e Russo. Gli altri italiani presenti in gara erano Fontana che finiva la propria gara in settima posizione, Matteo Desideri che concludeva in nona piazza e lo sfortunato Pulcini costretto al ritiro nelle prime fasi della gara.

Gara-2. In Prima Variante si presentava davanti a tutti Fontana seguito da Valente e Fielding. Subito nelle prime fasi un contatto costringeva al ritiro Andrea Russo, il quale finiva contro le protezioni, mentre Valente, Mauron, Baruch e Pulcini si urtavano a vicenda. Vieira faceva registrare il giro più veloce con Drudi superava Stroll e Fielding prendendo la testa della gara, mentre Andrea Fontana scontava il drive-through per la partenza anticipata. Poco dopo si accendeva una battaglia tra Valente e Vieira per la 4^ posizione, mentre in testa il primo a vedere la bandiera a scacchi era un’altra volta Drudi, davanti a Fielding e Stroll. Salivano quindi sul podio Drudi, Stroll e Valente. Per quanto riguarda la situazione degli altri italiani, Andrea Fontana finiva in 13^ posizione mentre Leonardo Pulcini, Andrea Russo e Matteo Desideri erano costretti al ritiro.

Gara-3. Il primo ad arrivare alla prima staccata era Maisano davanti a Drudi e Vieira. Subito alla partenza, Fielding tamponava Stroll: i due erano costretti al ritiro, con l’incidente che comportava l’entrata in pista della Safety Car. Poco dopo la vettura di sicurezza rientrava ai box e Drudi sorpassava subito Maisano prendendo la testa della gara. Poco dopo, Russo faceva segnare il giro veloce, mentre alcuni giri dopo si accendeva una battaglia per la seconda posizione tra Vieira, Maisano, Pulcini e Fielding. Vinceva Drudi davanti a Maisano e Vieira, con il riminese che saliva sul gradino più alto del podio seguito da Joao Vieira e Alain Valente. Takahashi Kasai era assente in quest’ultima gara per problemi fisici, a causa della botta rimediata in gara-1. Per quanto riguarda la situazione degli altri italiani, Russo finiva la propria gara al 5° posto, Desideri al 6°, Pulcini concludeva nono, mentre Fontana terminava in diciassettesima piazza.

Due nuovi rookies hanno debuttato nel weekend di Monza: si è trattato di Robert Shwartzman (che ha compiuto 15 anni lo scorso 16 settembre e ha debuttato proprio sul tracciato lombardo a bordo di una monoposto) che ha corso con il team Cram Motorsport, e Sennan Fielding, inglese protagonista della Formula 4 inglese over 18, che ha debuttato nelle serie italiana con il team Euronova. Cambio di casacca per Leonardo Pulcini e Jonathan Giudice: il romano, in seguito alla partecipazione all’europeo di Formula Open con DAV Racing, ha deciso di finire la propria stagione in F.4 con il medesimo team, mentre lo svizzero ha sostituito in DieGi Motorsport Andrea Russo, passato all’Antonelli Motorsport. Assente nella gara monzese è stato il maltese Keith Camilleri per problemi di budget. Chiuso anche il weekend monzese, i piloti attendono il proprio ritorno in pista per l’ultimo round stagionale, che si svolgerà sul tracciato di Imola nel fine settimana dal 10 al 12 ottobre.

Giulia Scalerandi

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.