Si è svolto sul tracciato umbro di Magione il quarto appuntamento stagionale del campionato italiano di Formula 4, che ha registrato il primo trionfo stagionale del bellunese Andrea Fontana. Il pilota del team Euronova by Fortec, infatti, è stato capace di approfittare in gara-2 del contatto che ha eliminato entrambi i contendenti del Prema Powerteam, Lance Stroll e Brandon Maisano. Sia il pilota del Ferrar Driver Academy che il francese, comunque, hanno lasciato nel resto del weekend solo le briciole agli avversari, aggiudicandosi rispettivamente gara-1 e gara-3. Grazie a questi risultati, il canadese ha potuto consolidare la propria leadership in campionato salendo a quota 232 punti, davanti a Russo con 145 e Pulcini con 122 punti.

Gara-1. La prima curva vedeva Stroll, autore della pole, mantenere la testa davanti a Maisano e Mattia Drudi. Nelle battute iniziali il francese tentava il sorpasso, senza successo, ai danni del proprio compagno di squadra. Poco dopo Giovanni Altoè finiva nella ghiaia ed era costretto al ritiro, mentre davanti il canadese del team PremaPower firmava il giro più veloce. Alcune tornate dopo Raghunathan rallentava per problemi alla vettura e Drudi attaccava Leonardo Pulcini, ma il suo tentativo non andava in porto. Mentre Russo superava Fontana, il pilota dell’Euronova Racing accusava uno spegnimento del motore finendo per perdere otto posizioni. Alcuni giri dopo dopo Dante scavalcava Lucas Mauron, mentre Russo perdeva tre posizioni a causa di un “lungo” in staccata. Poco dopo Drudi tentava nuovamente il sorpasso su Pulcini, senza successo, mentre Desideri attaccava Dante e Matveev andava in testacoda, dovendo abbandonare la sua vettura nella ghiaia. Vinceva gara-1 Stroll con un margine di 3″351 su Maisano, poi Pulcini e Drudi e Valente; sul podio, essendo Maisano un over-18, salivano quindi il pilota FDA davanti a Pulcini e Drudi.

Gara-2. Dopo l’inversione delle prime dieci posizioni sulla griglia, la prima curva vedeva al comando Fontana seguito da Desideri (al proprio debutto) e Bar Baruch. Subito Vieira si ritirava in quanto, nel tentativo di sorpassare Russo, il pilota del team Antonelli urtava con la propria ruota quella dell’italiano, uscendo di pista. Qualche istante dopo, Baruch tentava il sorpasso su Desideri, senza successo, finendo però per perdere la posizione in favore di Russo, che poco dopo provava invano a sua volta il sorpasso su Desideri. Al terzo giro Maisano tentava il sorpasso su Valente, ma dietro gli scarichi della vettura del francese si avvicinava Stroll. Il canadese della FDA tentava il sorpasso sul compagno Maisano, ma i due si toccavano (nella foto) eliminandosi a vicenda: entrava inevitabilmente la Safety Car, per poter dare modo agli addetti di poter rimuovere le vetture. Al restart, subito ne approfittava Russo che superava Desideri per portarsi in seconda posizione, con Bar Baruch che tentava di approfittarne ma senza successo. Valente andava in testacoda, mentre Fontana faceva segnare il giro più veloce e Kasai tentava di attaccare Pulcini. Alcune tornate dopo Bandeira, Altoè e Valente superavano Haxhiu, mentre Drudi superava Baruch per la quarta posizione. Sotto la bandiera a scacchi transitava per primo Andrea Fontana, davanti a Andrea Russo e Matteo Desideri, subito a podio nel proprio weekend d’esordio.

Gara-3. La prima curva vedeva Maisano davanti a Stroll, mentre Pulcini superava Drudi. Poco dopo, a causa di un contatto, entrava la Safety Car che congelava le posizioni per due giri, mentre iniziava a cadere qualche goccia di pioggia. La classifica, anche dopo il restart, non subiva grandi scossoni fino a pochi minuti dalla fine, quando Ali Al Khalifa era costretto al ritiro in seguito a dei problemi tecnici; quasi contemporaneamente, Ivan Matvvev si avvicinava a Fontana e nel tentativo di superare il pilota italiano decollava sulla ruota dell’avversario per poi finire nella ghiaia ed esser costretto al ritiro. nel frattempo, un drive-through penalizzava Mahaveer Raghunathan, reo di non aver rispettato le procedure di partenza. Davanti il duo Prema prendeva agevolmente il largo, con Stroll che nel finale si faceva vedere negli specchietti di Maisano nel tentativo di…ripetere un altro patatrac. Il francese vinceva però con un margine di soli 0″438 su Stroll e di 7″852 su Pulcini. Sul podio, insieme al canadese del team PremaPower ed al romano dell’Euronova, saliva il pilota di Misano Adriatico, Mattia Drudi.

Il weekend di Magione è stato caratterizzato dall’assente del maltese Keith Camilleri, che partecipa al campionato a bordo della vettura preparata dal team Malta Formula Racing, alle prese con problemi di budget. Un nuovo rookie era invece presente al via: si trattava di Matteo Desideri, romano del ’98, che ha sostituito in seno al team Antonelli Motorsport Matteo Cairoli, impegnato sullo stesso impianto nella Porsche Carrera Cup italiana. Infine, è stato modificato il calendario del campionato: l’ultima tappa di Barcellona, infatti, verrà sostituita da Imola ed anticipata dal weekend dal 17-19 ottobre a quello dal 10 al 12, in seguito al cambiamento del calendario dei campionati europei di GT Open e Euro Formula Open. Dopo la pausa estiva, i protagonisti dell’Italian F.4 Championship powered by Abarth volgeranno lo sguardo al prossimo appuntamento, in programma nel weekend dal 12 al 14 settembre sul tracciato romano di Vallelunga.

Giulia Scalerandi

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.