La Force India ha festeggiato nel migliore dei modi la gara numero 100 della propria storia, conseguendo un doppio piazzamento in zona punti. Paul Di Resta e Adrian Sutil hanno difatti terminato rispettivamente in 7° e 10° posizione il Gran Premio del Canada, consentendo al team indiano di rinsaldare il quinto posto in classifica costruttori. Un piazzamento di assoluto rilievo per il team di Vijay Mallya, che a dispetto dei problemi economici paventati ad inizio stagione, ha realizzato una vettura affidabile, competititiva e, qualità particolarmente importante, capace di utilizzare al meglio le gomme. La Force India si è dunque confermata come la monoposto rivelazione di questa prima parte di campionato, a conferma di un trend di crescita che culminerà, nel 2014, con l’utilizzo dei nuovi motori turbo prodotti dalla Mercedes. Ne è trascorso di tempo, insomma, da quella gara di Melbourne del 2008, quando Fisichella e lo stesso Sutil portarono in pista per la prima volta una vettura con licenza indiana. In realtà, la Force India era diretta emanazione della Spyker, team già in precedenza acquistato da Mallya e dal socio olandese Mol, a sua volta derivante dalla Midland F1 e dalla Jordan Grand Prix. Sino ad oggi, la scuderia del magnate indiano ha conquistato un totale di 310 punti iridati, ottenendo come migliore piazzamento in classifica un 6° posto al termine della stagione 2011. Senza dubbio, il momento magico della Force India è stato il week-end del Gp del Belgio 2009, quando Giancarlo Fisichella ottenne una strepitosa pole position sulla pista di Spa, concludendo la gara in seconda posizione. Da quel momento, nessun pilota del team è più riuscito nell’impresa di salire sul podio, anche se non sono mancate numerose soddisfazioni e piazzamenti nei punti. L’obiettivo, per la stagione 2013, è dunque quello di tornare a vedere i colori dell’India tra i primi tre: risultato tutt’altro che impossibile, viste le convincenti prestazioni messe in mostra dalla VJM06 in questa prima parte di campionato.

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.