Finali Mondiali Ferrari Mugello
Foto: Andrea e Micaela

Il Trofeo Pirelli e la Coppa Shell hanno eletto i propri campioni al Mugello in occasione delle Finali Mondiali della Ferrari. Lo spettacolo non è mancato nelle due prove in programma, vinte rispettivamente da Luka Nurmi e da Ernst Kirchmayer.

Finali Mondiali Ferrari Mugello, Trofeo Pirelli: Nurmi resiste a Shirò e vince

Il finnico Luka Nurmi ha vinto la Finale Mondiale per quanto riguarda il Trofeo Pirelli. Il #66 del gruppo ha tagliato il traguardo dell’impianto toscano con 445 millesimi di vantaggio su Niccolò Schirò e quasi 6 secondi su Cooper MacNeil

Ottimo spunto per Nurmi (Formula Racing) che ha gestito nel migliore dei modi la pole-position. Il #66 del gruppo ha controllato un ipotetico attacco di Schirò (Rossocorsa), bravo ad approfittare di una bruttissima partenza da parte di Gatting (Scuderia Niki – Iron Lynx).

Quest’ultima ha perso terreno e da seconda si è ritrovata ottava, mentre la prova veniva sospesa in seguito ad un problema all’uscita di curva 1 per Ludwig (FML-D2P), Wartique (FML-D2P) e Neubauer (Charles Pozzi – Courage).

A 16 minuti dalla conclusione l’evento è ripreso per alcuni minuti prima di un nuovo stop in seguito ad un contatto alla ‘San Donato’ tra Dahlmeyer (Niki – Iron Lynx) e Cozzi (Formula Racing). La Finale Mondiale del Trofeo Pirelli si è decisa negli ultimi 5 minuti, condizionati da un uscita nella sabbia della Bucine da parte di Rocca (Rossocorsa).

Schirò ha provato ad attaccare l’avversario, una missione non riuscita. Terzo posto finale per Cooper MacNeil (Ferrari of Westlake), pluricampione del Ferrari Challenge North America e vincitore nel 2021 della Petit Le Mans e della 12h di Sebring nella classe GTLM dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

Finali Mondiali Ferrari Mugello, Coppa Shell: Kirchmayer padrone dalla pole

Ernst Kirchmayer respinge nel migliore dei modi gli attacchi di Todd Coleman e vince la Coppa Shell al Mugello. Terzo posto per Manny Franco al termine di una corsa oltremodo condizionata dalle bandiere gialle.

Kirchmayer (Baron Motorsport) ha gestito nel migliore dei modi la pole-position dall’ipotetico attacco di Coleman (Ferrari of Denver). Terzo posto alla prima curva per Chrsitensen (Formula Racing). La prova è stata subito neutralizzata in seguito ad un problema di Ramelli (Rossocorsa – Pellin Racing), fermo nella ghiaia di curva 2.

Alla ripartenza Coleman ha provato ad attaccare l’austriaco, ma la competizione è stata subito nuovamente interrotta in seguito ad un incidente all’ingresso di curva 3 di Bernier (Ferrari of Seattle).

La gara è ripresa a 16 minuti dalla conclusione con un nuovo attacco da parte di Coleman. Il rappresentante del Ferrari Challenge North America ha impensierito più volte l’avversario, una missione non riuscita. Franco (Ferrari Lake Forest) è salito terzo nel frattempo dopo una bella lotta con Scheltema (Kessel Racing) e con il già citato Chrsitensen.

La Finale della Coppa Shell è stata neutralizzata ancora a 5 minuti dalla conclusione in seguito ad un incidente alla ‘Bucine’ per Rogers (JCT600 Brooklands).
Tutto si è deciso nell’ultimo giro alla ripresa della corsa. Coleman ha provato disperatamente ad attaccare l’avversario senza riuscire nell’impresa.

Giornata di festa al Mugello per la Rossa

Grande festa per la Rossa quest’oggi che può celebrare davanti ai propri tifosi i successi nel DTM, nel Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS Endurance Cup, nell’European Le Mans Series e nel FIA World Endurance Championship. Nel frattempo segnaliamo la promozione di Alessio Rovera, nuovo pilota ufficiale dopo i successo nel 2021 tra Le Mans, Spa-Francorchamps (24h) e la classe GTE-Am del FIA WEC.

Appuntamento al 2022, stagione che si concluderà con le Finali in quel di Imola

Luca Pellegrini

Foto: Bonora Agency

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.