Nel primo pomeriggio di oggi è stato diramato il calendario provvisiorio per la stagione 2020-2021 del WEC: la stagione 9, una volta ottenuta l’approvazione da parte del Consiglio Mondiale della FIA sulla bozza presentata, sarà composta da otto appuntamenti (quattro nel 2020 e quattro nel 2021), nei quali spiccano Monza e Kyalami come sedi “nuove” per le gare del campionato WEC, nonostante questi nomi abbiano una lunga storia sportiva alle spalle.




Il calendario FIA WEC 2020-2021 diramato nel pomeriggio sarà presentato alla Commissione Endurance della FIA e sarà sottoposto all’approvazione del Consiglio Mondiale della FIA, che si terrà a Ginevra il 6 marzo 2020. Gli appuntamenti proposti, inclusivi dei test pre-stagionali, confermano la vocazione intercontinentale del campionato e sono i seguenti:

  • 2020
    • 31 ago / 1 set 2020, Test pre-stagionale, Silverstone (Gran Bretagna)
    • 5 settembre 2020, 6 ore di Silverstone (Gran Bretagna)
    • 4 ottobre 2020, 6 ore di Monza (Italia)
    • 1 novembre 2020, 6 ore di Fuji (Giappone)
    • 5 dicembre 2020, 8 ore del Bahrain (Bahrain)
  • 2021
    • 6 febbraio 2021, 6 ore di Kyalami (Sudafrica)
    • 19 marzo 2021, 1000 miglia di Sebring (8 ore) (USA)
    • 24 aprile 2021, 6 ore di Spa-Francorchamps (Belgio)
    • 12-13 giugno 2021, 24 Ore di Le Mans (Francia)

L’ottima copertura internazionale (con gare da disputare in Europa, Asia, Africa ed America) dovrebbe consentire a Costruttori e scuderie una buona visibilità a livello mondiale, facendo dunque da calamita per nuovi player.

Le maggiori novità del calendario sono costituite da Monza e Kyalami. Il Tempio della Velocità non ha bisogno di presentazioni e, nonostante abbia ospitato il prologo del WEC nel 2017, fa il suo debutto come sede per le gare del campionato Endurance. Kyalami, in Sudafrica, è un tracciato con una forte tradizione sportiva andata scemando nel corso degli anni che, dopo la riqualificazione, finalmente si riaffaccia sul mondo delle competizioni internazionali, riportando una gara mondiale su pista di un certo peso in Africa.

Gérard Neveu, CEO del WEC, ha dichiarato: “Quando hai un elenco che comprende Silverstone, Monza, Fuji, Bahrain, Kyalami, Sebring, Spa e, naturalmente, Le Mans, sei nel cuore della storia e del patrimonio storico delle corse di endurance, nel suo presente e nel suo futuro. Il calendario è ottimo anche per l’organizzazione logistica, in quanto fornisce ai nostri team il pacchetto più conveniente possibile. Speriamo che il programma della Stagione 9 renda felici i nostri concorrenti e fan.”

Pierre Fillon, presidente dell’Automobile Club de l’Ouest (ACO) ha commentato così: “Quale modo migliore per inaugurare la nuova era delle Le Mans Hypercars se non con questo eccezionale calendario 2020-2021. Facendo da riflesso ad un settore automobilistico in continua evoluzione, il WEC continua a presentare ai produttori automobilistici una vetrina ideale per i loro prodotti, ancora di più se guardiamo al futuro e all’introduzione di diverse forme di energia rinnovabile.”

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.