6h di Spa-Francorchamps

Con alcune settimane di ritardo rispetto al programma originale, il FIA World Endurance Championship si appresta a disputare la 6h di Spa-Francorchamps, primo atto della nona stagione. Dopo aver rinunciato alla 1000 Miles of Sebring (Florida/USA), il WEC avrebbe dovuto correre in Portogallo per la prima delle sei prove che segnano l’inizio di una nuova era per la serie.

I sali e scendi dell’Algarve accoglieranno i protagonisti del Mondiale a giugno, data scelta al fine di accogliere i tifosi e dopo lo slittamento al 22 agosto della 24h di Le Mans, spostata per il medesimo motivo. Monza entra in scena con una 6h il 18 luglio, mentre Fuji e Bahrain concluderanno il campionato.

La competizione che ci apprestiamo a vivere sarà infatti la prima in cui vedremo in azione le nuove Hypercar (LMH), auto che rimpiazzano le storiche LMP1. L’inedita classe regina si prepara a dare battaglia tra i sali e scendi dell’Algarve nell’attesa dell’arrivo delle LMDh, formula che si unirà alle Hypercar dal 2023.

6h di Spa-Francorchamps, Toyota dominerà ancora?

Sono cinque le auto che si contendono il successo nella classe regina. Toyota, Alpine e Glickenhaus sono le tre compagini inscritte per tutte le prove da aprile a novembre. I giapponesi partono con il favore del pronostico con la nuovissima GR010 Hybrid.

L’Hypercar asiatica sarà affidata ai medesimi equipaggi che hanno dominato l’ultima edizione della serie. I campioni Kamui Kobayashi/Mike Conway/José Maria Lopez #7 si preparano a difendere il titolo piloti dai compagni Sébastien Buemi/Kazuki Nakajima/Brendon Hartley #8, vincitori della 24h di Le Mans 2020.

I francesi di Alpine, impegnati a lungo in LMP2, sbarcano nella classe regina con una vettura che sarà affidata a André Negrão/Matthieu Vaxiviere/Nicolas Lapierre #36 Sulla carta i transalpini partono svantaggiati, ma nulla è scontato nella prima prova con queste nuove auto.

A Spa non gareggeranno anche due Glickenhaus. La compagine statunitense, in pista a marzo per alcuni test a Monza ed a Vallelunga, ha rivelato per ora i sette piloti del progetto e dovrebbe debuttare il prossimo giugno a Portimao prima di recarsi a Monza, ultima competizione prevista prima della 24h di Le Mans.

LMP2, tutti contro United Autosports

Grandi novità per quanto riguarda la LMP2. La seconda serie di prototipi in pista vede l’introduzione di una classe PRO-Am, realtà riservata a tutti gli equipaggi con un pilota Bronze al volante. Cinque équipe delle 11 gareggeranno in questa speciale graduatoria, un’aggiunta del 2021. La formazione da battere è United Autosports.

La compagine inglese di Zak Brown cerca conferme dopo aver firmato il titolo piloti, il campionato a squadre e la 24h di Le Mans. A differenza dello scorso anno, solo un’Oreca sarà schierata con i velocissimi Philip Hanson/Filipe Albuquerque. Il britannico ed il portoghese, coppia che nel 2020 ha conquistato anche l’European Le Mans Series, arriva a Portimao con un nuovo compagno tra le proprie fila. La promozione a Gold driver di Hanson obbliga il binomio ad introdurre in auto un terzo elemento di ‘grado’ pari o inferiore a Silver.

Ricordiamo infatti che ogni pilota ha una classificazione di riferimento che va da Bronze a Platinum. Nella classe LMP2 è necessario avere un pilota Silver o un Bronze in squadra. United ha optato, visto il nuovo grado di Hanson e lo status di ‘Platino’ di Albuquerque’ di puntare sull’elvetico Fabio Scherer. Quest’ultimo, impegnato nel 2020 nel DTM con Audi nel DTM, debutta a tempo pieno in ELMS al posto dello scozzese Paul Di Resta.

Sono pronti alla rivincita gli inglesi di JOTA Sport, grandi sconfitti dell’ultima superseason e secondi classificati a Le Mans. Stoffel Vandoorne/Tom Blomqvist/Sean Gelael #37 e soprattutto i confermati Antonio Felix da Costa/Anthony Davidson/Roberto Gonzalez #38 sono i principali avversari di United Autosports. Ritroviamo nel gruppo anche gli olandesi del Racing Team Nederland. Tra loro vi sarà Job Van Uitet che, dopo le belle performance con G-Drive ed United Autosports, diventa il nuovo compagno di Frits Van Eerd e Giedo Van Der Garde #29.

Non dimentichiamoci, tra i favoriti, dei russi di G-Drive Racing. Due auto gareggeranno a Spa-Francorchamps con due terzetti che rispecchiano quelli visti in ELMS. John Falb/Rui Andrade/Roberto Mehri #25 e Roman Rusinov/Franco Colapinto/Nyck de Vries #26 sono i piloti scelti per il primo atto del WEC 2021. Lo spagnolo Roberto Mehri rimpiazza il brasiliano Pietro Fittipaldi sulla #25 in seguito all’impegno in Texas nell’IndyCar Series.

Due nomi pesanti non possono sfuggire nella lettura dell’entry list. Il colombiano Juan Pablo Montoya, pluricampione dell’Indy 500 e vincitore dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship 2019 con Acura, affronta il WEC con gli americani di DragonSpeed. La squadra statunitense rientra a tempo pieno con un’Oreca affidata a Henrik Hedman, Ben Hanley ed al già citato Montoya #21.

Dopo aver chiuso il lunghissimo cammino con Corvette Racing sulle piste d’America e non solo, Jan Magnussen sarà il terzo uomo di High Class Racing. Il danese dividerà l’Oreca #20 con Anders Fjordbach/Dennis Andersen #20.

6h di Spa-Francorchamps: interessanti debutti in LMP2

Oltre al ritorno di DragonSpeed, dall’European Le Mans Series evidenziamo l’arrivo di Inter Europol Competition, Richard Mille Racing e Realteam Racing. I primi, compagine polacca che ha militato in LMP2 nella categoria europea, debuttano nel WEC con Alex Brundle/Renger van der Zande/Kuba Smiechowski #34. Nella classe LMP2 troviamo l’equipaggio tutto femminile di Richard Mille Racing. Beitske Visser/Tatiana Calderon/Sophia Floersch #1, presenti in ELMS ed alla Le Mans 2020, si alterneranno per tutta la stagione al volante di un’Oreca.

Dalla LMP3 dell’ELMS arriva nella LMP2 del WEC il Realteam, pronto a ben figurare con un’Oreca affidata a Esteban Garcia/Loïc Duval/Norman Nato #70. La squadra del pilota e proprietario Garcia avrà il supporto di TDS Racing per tutto il 2021.
Dal mondo delle GT arriva il WRT. La famosa squadra di riferimento di Audi nel mondo delle GT3, DTM e TCR arriva nell’endurance con un’Oreca. La compagine belga, a segno nella prima competizione dell’European Le Mans Series,  fa affidamento su Robin Frijns/Ferdinand Habsburg-Lothringen/Charles Milesi #31, terzetto del tutto inedita per questa interessantissima sfida.

6h di Spa-Francorchamps, GTE PRO: Porsche vs Ferrari

Sono purtroppo solo due i costruttori impegnati nel FIA World Endurance Championship per quanto riguarda la GTE PRO. Ferrari e Porsche si contendono la corona nella classe regina delle GT, realtà che sta letteralmente soffrendo dopo l’abbandono di Aston Martin, casa che ha vinto l’ultimo Mondiale e la 24h di Le Mans 2020.

Oltre a delle piccole news per quanto riguarda la composizione degli equipaggi, non abbiamo degli importanti cambiamenti alla vigilia della prima fatica stagionale. Ferrari conferma due auto con AF Corse con Alessandro Pier Guidi/James Calado #51 e Miguel Molina/Daniel Serra #52. Non ci sarà Davide Rigon, impegnato con la Rossa nell’Asian Le Mans Series e nel GT World Challenge Europe. Il veneto lo ritroveremo a Le Mans a bordo della 488 GTE #52.

Porsche Motorsport accoglie lo svizzero Niel Jani. L’ex alfiere della casa tedesca in LMP1, al debutto con le GT nella 12h di Sebring 2020, sostituisce Michael Christensen a borde della 911 RSR-19 #92. L’elvetico si alternerà con il francese Kevin Estre, mentre sulla gemella #91 ritroviamo Gimmi Bruni/Richard Lietz #91.

Nella battaglia Italia vs Germania ci sarà l’eccezionale presenza di Corvette Racing. Gli americani, iscritti a tempo pieno nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship, approdano in Europa con una C8. R, auto che militerà nelle prove di Spa e Portimao per preparare la 24h di agosto.
Lo spagnolo Antonio Garcia ed il britannico Olivier Gavin si alterneranno al volante della Corvette #63, auto che da oltre 12 mesi non si presenta ai nastri di partenza del FIA WEC. Ricordiamo infatti la partecipazione del marchio di Detroit della 6h del COTA dello scorso febbraio, l’ultima sfida prima della lunghissima pausa dovuta all’emergenza sanitaria.

GTE-Am: Ferrari pronta a difendere il titolo

AF Corse si prepara a difendere il titolo nella GTE-Am, la categoria militano i piloti non professionisti accanto ai titolari. Ferrari si prepara a dare battaglia con cinque 488 GTE. L’auto da battere è la #83 di François Perrodo/Nicklas Nielsen, coppia che sarà supportata dal nostro Alessio Rovera, al debutto nel FIA WEC.

Il Mondiale endurance accoglie nella 6h di Spa-Francorchamps anche le due 488 dell’Iron Lynx, realtà che nelle ultime annate ha gareggiato nell’European Le Mans Series. Claudio Schiavoni/Matteo Cressoni/Andrea Piccini si alterneranno sulla #60, mentre le ‘Iron Dames’ Michelle Gatting/Rahel Frey/Manuela Gostner saliranno a bordo della gemella #85. Debutta in GTE-Am il Cetilar Racing, formazione che lascia dopo diverse stagioni la classe LMP2. Roberto Lacorte/Giorgio Sernagiotto/Antonio Fuoco #47 sono i piloti scelti per questa nuova avventura.

Aston Martin, assente dalla classe PRO, prosegue per il 2021 l’impegno tra gli Am. Paul Dalla Lana/Augusto Farfus/Marcos Gomes difenderanno i colori della #98, mentre cambia radicalmente l’equipaggio della Vantage AMR #33 di TF Sport. I vincitori della 24h Le Mans 2020 accolgono Ben Keating/Felipe Fraga/Dylan Pereira #33, terzetto che fino al 2020 ha militato con Project 1 (Porsche). Il team tedesco conferma l’impegno con due 911 RSR-19, affidate rispettivamente a Egidio Perfetti/Matteo Cairoli/Riccardo Pera #56 e Dennis Olsen/Axcil Jefferies/Anders Buchardt #46. Quest’ultima purtroppo non ci sarà in seguito ad un incidente nel corso dell’ultimo giorno del Prologue.

La casa di Stoccarda sarò rappresentata anche dal Dempsey – Proton Racing con Christian Ried/Janox Evans/Matt Campbell. Porsche cerca una rivincita dopo una superseason abbastanza deludente. Nel gruppo della GTE-Am spicca anche un altro nuovo team con Aston Martin. I giapponesi di D’station Racing, realtà iscritta nell’ultima edizione del SuperGT in GT300, correrà l’intero campionato con Tomonobu Fujii/Satoshi Hoshino/Andrew Watson #777.

Appuntamento a sabato alle 13.30 per la 6h di Spa-Francorchamps, in diretta nella mitica pista belga.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.