Zandovoort Drugovich FIA F2 2022
Credits: Felipe Drugovich Twitter

Anche a Zandvoort non c’è storia: Felipe Drugovich vola nella qualifica olandese ottenendo la seconda pole position consecutiva. Il pilota brasiliano potrà anche beneficiare di un pesante errore commesso dal rivale Theo Pourchaire, sempre più distante dalla possibilità di togliere il titolo all’alfiere del team MP Motorsport.

Drugovich in pole anche a Zandvoort

Condizioni ideali per la qualifica di Zandvoort. Con 25 gradi d’aria e un asfalto che varia tra i 35 e i 40 gradi, i ventidue piloti impegnati in pista possono sfruttare appieno il potenziale delle proprie monoposto. Dopo un ottimo primo tentativo messo a segno da Jack Doohan, il più veloce anche nel turno di libere, è Felipe Drugovich a confermare il suo stato di forma e segnare un inarrivabile 1:20.713 che gli vale la pole position.

Seconda posizione per Doohan, forse deluso dopo aver dominato le prime fasi del weekend ma tornato in questo round a dimostrare tutta la sua velocità sul giro secco. Logan Sargeant aprirà la seconda fila nella Feature Race di domenica precedendo un Richard Verschoor tornato sui livelli di inizio stagione.

Disastro Pourchaire

La pressione sembra tradire Theo Pourchaire, consapevole di giocarsi le sue ultime carte in questo weekend. Il pilota francese, affrontando il secondo tentativo con il primo set di gomme soft, ha perso la vettura nell’insidiosa curva 3 impattando contro le barriere. Sessione finita con anticipo per il pilota ART Grand Prix, costretto sia domani che domenica a scattare dalla sedicesima posizione.

Tornando nella parte alta della classifica troviamo il nipponico Ayumu Iwasa in quinta posizione davanti a Liam Lawson. Passo avanti rispetto alle ultime qualifiche per Dennis Hauger, settimo e ampiamente all’interno della top ten, a precedere le Hitech di Juri Vips e Marcus Armstrong. Chiude i dieci, ottenendo la chance di scattare al palo nella Sprint di domani Clement Novalak, garantendo una doppia pole position al team MP.

Oltre al già citato Pourchaire, qualifica sotto le aspettative anche per il compagno di squadra Frederick Vesti, undicesimo, mentre Pietro Fittipaldi (sesto assoluto in campionato) è solo tredicesimo. Qualifica molto deludente anche per Jehan Daruvala, addirittura diciassettesimo dopo aver causato una bandiera rossa nelle fasi finali del turno.

Saranno così Novalak e Armstrong a formare la prima fila della Sprint Race di Zandvoort, che scatterà alle 17, un’ora prima rispetto al consueto programma europeo del campionato Formula 2.

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.