Vittoria di Nyck De Vries nella Main Race di Formula 2 a Spa Francorchamps. Grande week-end fino a questo momento per l'olandese, che dopo la pole position di ieri si è imposto anche in gara-1, staccando fin dall'inizio i suoi inseguitori e conquistando anche i due punti aggiuntivi validi per il giro veloce, siglato già al sesto passaggio. Sul podio anche Sergio Sette Camara ed il leader del campionato George Russell, terzo.

Dopo una partenza non proprio eccellente, il pilota del team ART GP si è visto togliere la seconda posizione da Sergio Sette Camara, per poi mantenere il terzo posto e quindi l’ultimo gradino del podio, risultato comunque utile per guadagnare altri 3 punti sul primo degli inseguitori in ottica campionato, Lando Norris. Proprio quest’ultimo infatti ha chiuso la corsa in quarta posizione, riuscendo ad avvicinarsi al suo connazionale soltanto in un’occasione in seguito al pit stop, ma senza sferrare nessun attacco.

Quinto posto per Alex Albon, seguito da Artem Markelov e Luca Ghiotto, questi ultimi due arrivati praticamente appaiati sulla linea del traguardo. Ottavo Nicholas Latifi, seguito da Maximilian Gunther e Roy Nisssany, a chiudere la top ten. Tredicesimo Alessio Lorandi, gara difficile per Antonio Fuoco, sfortunato e autore anche di un contatto con il suo compagno di squadra Louis Deletraz che ha relegato entrambi alle ultime posizioni.

Cronaca. De Vries mantiene il comando davanti a Sette Camara e Russell, che non ha avuto un buono spunto. Bella lotta subito alle loro spalle, con Fuoco che sale in quinta posizione alle spalle di Norris. Davanti a tutti De Vries inizia subito ad imporre il proprio ritmo staccando gli inseguitori, mentre anche alle sue spalle le posizioni si stabilizzano. Già prima del decimo giro alcuni piloti effettuano la sosta ai box obbligatoria, tra cui anche Sette Camara, Russell e Norris. Al giro numero 15 Fukuzumi è costretto a parcheggiare la sua monoposto al lato della carreggiata con il motore in fiamme: safety car in pista. Si riparte al diciannovesimo passaggio con De Vries sempre davanti a tutti anche dopo i pit stop e con Boschung che termina la sua corsa contro le barriere. A quattro giri dal termine Ghiotto è in difficoltà e perde prima la posizione nei confronti di Albon e deve difendersi da Markelov. Poco più tardi si verifica un contatto tra i due piloti Charouz Fuoco e Deletraz, con i due che ripartono dalle ultime due posizioni. Quasi tutto invariato anche nel finale, con De Vries che va a vincere davanti a Sette Camara e Russell. Markelov supera Ghiotto al fotofinish e guadagna la sesta posizione finale.

Carlo Luciani

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.