Guanyu Zhou domina la terza e più importante gara del weekend di Silverstone, mettendo fine alla sequenza di zero accumulati nelle ultime quattro gare. Il cinese ha preceduto sul traguardo Dan Ticktum e Oscar Piastri, con il pilota Prema che riesce a mantenersi leader di campionato.

UN REDIVIVO GUANYU ZHOU METTE FINO AL SUO MOMENTO NO VINCENDO L’ULTIMA GARA DI SILVERSTONE

Lo scatto al via premia Zhou, riuscendo a sopravanzare il rivale diretto Piastri e tornando in piena lotta per il titolo della F2 2021. Una perfetta gara di gestione quella condotta dal pilota cinese, senza mai correre il rischio di perdere la vetta. In seconda posizione si è classificato Dan Ticktum, autore di un’ottima strategia che gli ha permesso di superare il leader di campionato fermandosi ai box un giro prima, un perfetto undercut.

Piastri esce dalla feature race come piccola delusione. L’australiano non è riuscito a confermare la pole position di partenza, rischiando anche di perdere il podio a favore di Richard Verschoor. I due si sono in lotta nelle ultime due tornate della corsa dando vita a un vero e proprio show. Entrambi i piloti si sono dimostrati estremamente puliti nelle loro manovre, senza mai venire al contatto.

Bocca amare dunque per il vincitore di gara-2, dopo aver visto il podio vicinissimo fino agli ultimi metri. Quinta posizione per Robert Shwartzman, utile a rimanere agganciato alla lotta per il titolo. Il pilota russo si è dovuto difendere dagli attacchi della DAMS di Felipe Drugovich nel finale, uscendo dal duello come vincitore. Juri Vips chiude in settima posizione, primo dei classificati ad avere optato per una strategia alternativa, montando al via un treno di gomme più dure.

LUNDGAARD, CHE RISCHIO!

Una partenza difficile relega Theo Pourchaire all’ottava posizione, davanti a Lirim Zendeli e Jehan Daruvala (autore anche del giro più veloce) che chiudono la zona punti. Fatto curioso di questa gara è stato vedere tutte e 22 le vetture terminare la corsa. Momenti di paura hanno coinvolto Christian Lundgaard e il suo team: durante la sosta ai box, la posteriore sinistra della ART non è stata fissata correttamente, con lo pneumatico rimbalzato pericolosamente in pit-lane al momento della sua ripartenza. Una penalità stop&go ha messo fine alle speranze di punti del giovane danese.

Fuori dalla zona punti i due italiani Matteo Nannini e Alessio Deledda. Il pilota forlivese ha concluso la propria gara in diciottesima posizione, mentre il ragazzo romano chiude all’ultimo posto, doppiato.

PIASTRI GUIDA CON 5 PUNTI DI VANTAGGIO SU ZHOU

La classifica generale vede, al termine del round di Silverstone, Oscar Piastri leader con 108 punti, 5 lunghezze di vantaggio su Guanyu Zhou. Scende in terza posizione Robert Swhartzman con 91 punti, ora insidiato da vicino da Dan Ticktum (89 punti) e Juri Vips (87). Ora un lungo stop prima di rivedere la Formula 2 in pista: il prossimo appuntamento sarà Monza, tra poco meno di 2 mesi.


Leggi anche: FIA F2 | SILVERSTONE, GARA-2: VERSCHOOR VINCE, PIASTRI ALLUNGA IN CLASSIFICA

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.