George Russell è il vincitore della Feature Race di Formula 2 a Le Castellet. Grande prova di forza da parte del campione GP3 in carica, che sfrutta al meglio la pole di ieri rimanendo al comando dall'inizio alla fine della corsa. Ottima prestazione anche da parte di Sergio Sette Camara, e unico pilota capace di reggere il passo del britannico. Sul podio anche un brillante Roberto Merhi, davanti a Luca Ghiotto, autore di due rimonte. Buona gara anche per Antonio Fuoco, sesto; poca fortuna invece per Lando Norris, ultimo dopo aver compromesso la sua corsa al via per uno stallo ed ha chiuso ultimo.

Cronaca.

Rischio pioggia già alla partenza con Norris che stalla in avvio e Ghiotto che dopo poche curve è protagonista di un testacoda, con entrambi costretti a ripartire dal fondo. Davanti a tutti Russell allunga davanti a Sette Camara e Albon, mentre viene comunicato uno stop & go di 10 secondi ad Antonio Fuoco, risalito fino all’ottava piazza.

Con la pista bagnata in alcuni punti sono tanti gli errori e i lunghi da parte dei piloti, mentre Fuoco sconta la sua penalità. La pioggia diventa man mano più consistente ed i team iniziano a valutare se montare gomme wet. Dopo aver risalito la classifica Ghiotto è protagonista di un altro testacoda che lo fa retrocedere in P12, che diventa quasi subito P11 grazie a Geleal, che si gira anch’egli. Virtual Safety Car attiva.

Grandissima nuova rimonta di Ghiotto alla ripartenza, che si porta fino alla settima posizione, ad insidiare anche Makino, sesto, attaccato dopo solo un giro. La pista va asciugandosi dopo il decimo giro ed iniziano anche le prime soste, tra cui quella di Albon. Intanto Ghiotto è inarrestabile e scavalca anche Deletraz, passando in quarta posizione grazie al cambio gomme del tailandese.

Altra VSC al giro numero 13 per consentire di rimuovere la vettura di Boschung rimasta piantata sul tracciato. Si riparte quasi subito con un Fuoco agguerrito, che passa Makino e si porta al settimo posto. Al quindicesimo passaggio mancano solo i primi cinque piloti ad effettuare la sosta obbligatoria, con Russell sempre al comando davanti a Sette Camara.

Dopo che tutti i piloti hanno completato il pit stop obbligatorio la situazione resta invariata, ma con il brasiliano più vicino e velocissimo. Tuttavia il pilota Carlin commette un errore ed inizia a perdere pian piano terreno dal leader.

Ultimi due piloti ad effettuare la sosta De Vries e Fukuzumi, con il pilota Prema che al ritorno in pista è costretto a duellare con Fuoco per la quinta piazza. Nulla cambia nel finale, con Russell che vince davanti a Sette Camara e Merhi.

Qui la classifica completa della gara:

 

Con la vittoria di Russell e la debacle di Norris il campionato è quanto mai aperto in attesa di gara-2, in programma domani alle 12.

Carlo Luciani

 

 

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.