Il padre ne è sicuramente orgoglioso, non vi sono dubbi, e terminare in questo modo la stagione 2020 rappresenta il miglior biglietto da visita per Mick Schumacher. Un cognome importante come il suo che arriva sul tetto del mondo automobilistico. Il figlio di Michael si è infatti laureato campione del mondo in FIA F2, un titolo conquistato a pochi giorni dall’annuncio del suo debutto nel grande Circus nel 2021.

“Non ho parole, solo grazie” afferma il portacolori Prema Power Team. Poche parole per il giovane Schumacher che, nonostante il grande peso di un cognome così importante, ha sempre lottato a testa bassa per raggiungere la vetta.

Il figlio di Michael ha trionfato in Bahrain nello scorso week-end, pur classificandosi al 18esimo posto in gara-2. Un weekend difficile per lui, ma che ricorderà bene per aver finalmente centrato l’obiettivo stagionale. Il giovane tedesco festeggia così il suo passaggio in F1 con la Haas per la prossima stagione.

Un’emozione senza precedenti per il figlio d’arte che, appena sceso vincitore dalla vettura non ha nascosto la propria emozione, accovacciandosi al fianco della propria vettura e abbracciando tutti i meccanici Prema. Gesti che riportano indietro nel tempo e fanno sognare. Un’emozione che ha coinvolto tutti.

Sarà senza dubbio una grande sfida con sé stesso e con il mondo, che a questo cognome associa le imprese in pista del sette volte campione del mondo. Mick Schumacher saprà scrivere la sua storia, dimostrando con il suo talento che le pressioni non incidono e che le vittorie rappresentano il giusto premio ad una carriera brillante.

L’Haas sarà la grande occasione, ma anche il primo passo per dimostrare la propria stoffa nell’Olimpo del Motorsport.

FIA F2 | SAKHIR, GARA-2: DARUVALA AL PRIMO SUCCESSO NELLA SERIE, SCHUMACHER È CAMPIONE!

Anna Mangione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.