Anche la seconda delle tre giornate di test della FIA Formula 2 è andata in archivio. Sul circuito del Montmelò, i dieci team partecipanti al campionato 2017 sono scesi di nuovo in pista per provare le proprie monoposto in attesa di una nuova stagione che, almeno sulla carta, sembra essere molto equilibrata. Nonostante le premesse, però, al termine della sessione odierna la vettura più veloce è stata ancora una ART GP, ma questa volta quella di Alexander Albon.

 

Il ventenne thailandese, oltre al tempo più veloce (ottenuto in mattinata) si è concentrato anche sul passo gara, completando ben 54 giri soltanto nel pomeriggio, che vanno ad aggiungersi ai 34 già compiuti in mattinata.

Sul giro secco, però, il giovane rookie non è riuscito a mettere un gap consistente tra sé e il resto del gruppo. Al secondo posto dei tempi cronometrati, infatti, compare Johnny Cecotto (Rapax), distaccato di soli 25 millesimi dal leader della classifica. Dopo la buona giornata di ieri, in cui aveva ottenuto il miglior tempo in mattinata, il venezuelano si è dimostrato ancora in buona forma, pur completando “solo” 56 tornate allo sventolare della bandiera a scacchi.

Terzo tempo per Artem Markelov (Russian Time), staccato di due decimi dai primi due e più veloce di soli 29 millesimi rispetto al quarto, Nicholas Latifi (DAMS). Quinto tempo assoluto per Norman Nato, al volante di una delle monoposto del team Arden, seguito da Luca Ghiotto (Russian Time), autore di 57 giri nel corso delle due sessioni. Poco più indietro invece Antonio Fuoco, ottavo al volante della vettura campione in carica Prema. A separare i due italiani ci ha pensato Oliver Rowland (DAMS), che per poco più di un centesimo di secondo ha scavalcato il terzo classificato della GP3 Series 2016.

Charles Leclerc, alla guida dell’altra monoposto del team Prema, ha ottenuto soltanto il decimo posto nella classifica dei tempi, preceduto dal pilota MP Motorsport Jordan King. Tutti i tempi veloci, ad eccezione di Nyck De Vries (Rapax), Roberto Merhi (Campos), e Nabil Jeffri (Trident), sono stati registrati nel corso della sessione mattutina, mentre nel pomeriggio ci si è concentrati per lo più sulla simulazione di gara.

Nel corso della prima delle due sessioni odierne, poi, è stata sventolata due volte la bandiera rossa: la prima per controllare una parte di tracciato bisognosa di una verifica dopo i recenti test di Formula 1, ed una seconda per uno stop di Gustav Malja (Racing Engineering).

Terminata questa giornata è già il momento di pensare a domani, quando dalle 9 alle 13, e successivamente dalle 14 alle 16, si ritornerà in pista per l’ultima sessione di test sul circuito di Barcellona.

Day 1 Morning results *

 

Driver

Team

Laptime

Laps

1.

Alexander Albon

ART Grand Prix

1:28.225

35

2.

Johnny Cecotto

Rapax

1:28.250

28

3.

Artem Markelov

RUSSIAN TIME

1:28.410

42

4.

Nicholas Latifi

DAMS

1:28.429

26

5.

Norman Nato

Pertamina Arden

1:28.445

26

6.

Luca Ghiotto

RUSSIAN TIME

1:28.541

27

7.

Oliver Rowland

DAMS

1:28.642

25

8.

Antonio Fuoco

PREMA Racing

1:28.655

24

9.

Jordan King

MP Motorsport

1:28.722

24

10.

Charles Leclerc

PREMA Racing

1:28.805

29

11.

Louis Deletraz

Racing Engineering

1:28.887

33

12.

Nobuharu Matsushita

ART Grand Prix

1:29.040

35

13.

Sergio Sette Camara

MP Motorsport

1:29.184

32

14.

Ralph Boschung

Campos Racing

1:29.248

33

15.

Sergio Canamasas

Trident

1:29.337

26

16.

Nyck De Vries

Rapax0.378s

1:29.429

25

17.

Sean Gelael

Pertamina Arden

1:29.906

14

18.

Roberto Merhi

Campos Racing

1:30.085

34

19.

Nabil Jeffri

Trident

1:30.588

26

20.

Gustav Malja

Racing Engineering

     –

32

*Car no.4 (Malja) all lap times deleted: car found underweight

Day 1 Afternoon results

 

Driver

Team

Laptime

Laps

1.

Nyck De Vries

Rapax

1:29.223

28

2.

Antonio Fuoco

PREMA Racing

1:29.601

50

3.

Charles Leclerc

PREMA Racing

1:29.602

33

4.

Johnny Cecotto

Rapax

1:29.847

28

5.

Roberto Merhi

Campos Racing

1:30.053

31

6.

Jordan King

MP Motorsport

1:30.127

41

7.

Sergio Canamasas

Trident

1:30.404

33

8.

Nabil Jeffri

Trident

1:30.518

31

9.

Sean Gelael

Pertamina Arden

1:30.680

37

10.

Ralph Boschung

Campos Racing

1:30.885

31

11.

Gustav Malja

Racing Engineering

1:32.932

44

12.

Luca Ghiotto

RUSSIAN TIME

1:33.557

30

13.

Oliver Rowland

DAMS

1:33.723

27

14.

Nicholas Latifi

DAMS

1:33.813

29

15.

Louis Deletraz

Racing Engineering

1:33.864

42

16.

Artem Markelov

RUSSIAN TIME

1:33.867

38

17.

Alexander Albon

ART Grand Prix

1:33.991

54

18.

Nobuharu Matsushita

ART Grand Prix

1:34.073

50

19.

Norman Nato

Pertamina Arden

1:34.466

38

20.

Sergio Sette Camara

MP Motorsport

1:34.887

38

 

 

 

 

 

 

Carlo Luciani

 

 

 

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.